12 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 4.622 VOLTE

«La Polizia Locale di Sora merita rispetto!». Ecco tutta l’attività svolta dai vigili urbani volsci

Difficoltà nel traffico, delinquenza diffusa, comportamenti ai limiti del codice, schiamazzi e scherzi di cattivo gusto, certamente spiegano il risentimento dei cittadini e spesso ne fanno le spese gli Agenti della Polizia Locale. Alle molte sollecitazioni che mi sono pervenute di scrivere su questo argomento cercherò di dare una risposta approfondendo il rapporto compiti e risorse per capire dove è la criticità e come intervenire.

La POLIZIA LOCALE, in Italia, è un corpo di Polizia Municipale ad ordinamento civile, che può essere costituito e gestito dagli Enti Locali, sia in forma autonoma oppure associata con altri Enti. Generalmente si ritiene che , quasi esclusivamente, venga svolta l’attività d’istituto di polizia stradale , attività in cui le polizia locali nel tempo si sono via via sempre più specializzati a garanzia della sicurezza nella circolazione sulle strade. Credo sia giusto spiegare cosa significa oggi assicurare il diritto sulle strade.

Numerosi sono i servizi svolti attraverso posti di controllo e anche mediante strumentazioni sofisticate (telelaser, autovelox, alcool test, drug test, pese mobili ecc.). I nuclei che si occupano di “sicurezza stradale e codice della strada”, negli ultimi tempi, hanno implementato le attività di prevenzione e repressione, in diversi casi anche in coordinamento con le sale operative degli altri organi di polizia.

Innumerevoli le denunce penali per guida in stato d’alterazione psicofisica (dovuta all’abuso di alcool e all’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope), guida senza patente o perché revocata, uso o falsificazione di documenti (patenti, carte di circolazione, certificati e contrassegni di assicurazione) ecc. Più propriamente la Polizia municipale Locale è un organo di polizia che per il proprio legame con il territorio di appartenenza annovera tra i suoi obiettivi primari la Sicurezza Urbana, anche alla luce delle modifiche apportate a tale significato con il Decreto del 5 agosto 2008 del Ministero degli Interni che ha ridefinito i concetti di incolumità pubblica e di sicurezza urbana, individuando l’ambito dei nuovi poteri dei Sindaci, non come amministratori locali, ma nella loro veste di Ufficiali di Governo.

Il termine Sicurezza Urbana significa in estrema sintesi che il Corpo svolge funzioni di:

  • polizia amministrativa;
  • polizia giudiziaria;
  • polizia stradale; (solo nel territorio di competenza)
  • funzione ausiliaria di pubblica sicurezza;
  • funzioni di polizia tributaria (per i tributi dell’ente locale);
  • ausilio al personale sanitario nell’esecuzione dei trattamenti sanitari obbligatori.]

La funzione di tutela dell’ordine pubblico può essere svolta anche dal personale di polizia locale, in ausilio alle altre forze di polizia italiane, sulla base degli accordi tra il Sindaco e il Prefetto. Caliamo questi compiti nella realtà Sorana , una città con una popolazione di 27.000 abitanti e secondo lo schema dei Romani con un CARDO di circa 6 km e un Decumano di circa 3,con 5 direttrici di accesso, con otto ponti in zona urbana, con sette rotatorie strategiche, 3 parchi, con 15 edifici scolastici, la tutela e la sorveglianza di tutto ciò fa parte dei compiti istituzionali del Corpo.

Gli Agenti di Sora sono 18 , che debbono coprire 14 turni di lavoro settimanali, ogni vigile per effetto di una sola
giornata di riposo e calcolando le ferie e eventuali assenze per malattia, può assicurare 5 presenze settimanali che moltiplicate per 18 danno 90 potenziali presenze, che divise per 14 turni giornalieri danno per ogni giorno un comporto di presenze uno di 6 e uno di 7.

Se la matematica non è un’opinione c’è un palese sbilancio tra forza lavoro e compiti, che si aggravano nei giorni di mercato, nelle manifestazioni sportive, nelle processioni e negli eventi. Applicando le medie teoriche del rapporto ottimale cittadini – vigili Sora dovrebbe avere un vigile ogni 700 abitanti per cui il totale dovrebbe essere 38 con la certezza di avere almeno 13 unità ogni turno.

La conclusione è scontata, i vigili non si vedono o sono assenti non perché male impiegati o perché preferiscono restare in ufficio, ma perché sono assolutamente insufficienti, per cui la soluzione ovvia è assumere nuovi vigili, atto questo che oltre che migliorare il servizio darebbe una occupazione certa ad altri 20 giovani. Abbiamo notizia che su questo fronte qualcosa si sta muovendo, infatti, senza entrare nel merito dell’operazione, da notizie stampa dovrebbe a presto arrivare un funzionario nel settore .

Premesso che non comprendiamo la necessità di un funzionario esterno, a prescindere dalla persona, visto il palmares dell’attuale comandante,a cui diamo atto del nostro apprezzamento per le doti professionali e la disponibilità, visto anche il valido coordinamento del Consigliere con la delega Francesco De Gasperis, ci permettiamo di obiettare che alla Polizia Locale di Sora occorrono incrementi di personale operativo non apicale.

Rodolfo Damiani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu