28 luglio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 1.456 VOLTE

LA POSTA DI MARTINA: “Caro Diario, un giorno la mia vita bella e piena si è trasformata in assurda”

Cara Martina, ti dispiace se ti uso come diario? Caro Diario, un giorno la mia vita bella e piena si è trasformata in assurda. “La coppia del nuovo millennio” ci chiamavano. Ero convinta che fossimo felici. E in una uggiosa mattinata… Puff … Finisce tutto. Ma coma? Non gli avevo “steso l’anima al sole”? Così diceva di me, prima di conoscere quella 20enne. Ora ha deciso che dopo sette anni di vita al sole la sua anima voleva riporla in un freezer. Grazie Diario, Grazie Martina.

[blockquote style=”style-1″ icon=”none”]Caro Diario della donna che stende (mi viene d’istinto parlare al presente) l’anima al sole: prenditi cura di lei. Perché ora tocca alla sua di anima. È lei che ha bisogno di prendere aria, di prendere luce. Se scrive a te, caro diario, è perché da qualche parte lei lo sa che ha dentro di se la forza, la chiarezza, la capacità di essere felice. Forza da cui, un giorno potrà ricominciare. Da sola o con suo marito (o compagno, o fidanzato): chi lo sa. Qualcosa mi dice che la scelta toccherà a lei, perché l’amore non nasce e non muore così bruscamente, e suo marito (o compagno, o fidanzato) prima o poi si risveglierà, si guarderà intorno. E avrà ancora più freddo di quello che oggi ha la donna che stende l’anima al sole, nel non trovarsela accanto. Nel frattempo, caro diario, mi permetto di sussurrare all’orecchio delle tue pagine un consiglio, prima che tu lo sussurri a lei: è un peso un po’ gravoso, per una coppia, avere la responsabilità di essere quella del nuovo millennio. Al primo raffreddore, rischia di credere di essere morta. Puntiamo alle giornate. Puntiamo alle ore. E allora sì. Il millennio sarà dalla nostra parte. Come io sono dalla parte della donna che ti ha scritto… Caro diario. Martina[/blockquote]

Per scrivere a Martina: lapostadelcuore@sora24.it

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu