La scomparsa del Prof. Alberto Baglioni nel ricordo di Enzo Di Stefano

«È stato un vero "signore" d'animo, non solo per la sua attività nel campo medico, ma anche per l'impegno costante ed efficace come uomo dal carattere sempre disponibile e altruista»

La morte del prof. Alberto Baglioni, figura fra le più autorevoli e conosciute del panorama sanitario di Sora e del nostro intero territorio, suscita emozione, memoria e gratitudine. È stato un vero “signore” d’animo, non solo per la sua attività nel campo medico, ma anche per l’impegno costante ed efficace come uomo dal carattere sempre disponibile e altruista. Una personalità di spicco la sua, che ha saputo coniugare efficacemente i successi professionali con quelli umani.

È un’altra “voce” di Sora che ci ha lasciato. Mi fa piacere ricordarlo per il rispetto e la stima reciproca che hanno sempre contraddistinto i nostri rapporti istituzionali e personali.

Lo ricordo per tanti motivi. Sempre in prima fila a creare, riorganizzare, promuovere, migliorare ed inventare la funzionalità dei tanti reparti dell’Ospedale Civile “SS. Trinità”, prima di tutto la “Sua Chirurgia”. Non si può neppure dimenticare il proprio entusiasmo nell’appoggiare, seguire e favorire, a fianco del sen. Ignazio Vincenzo Senese, l’Istituzione a Sora della Facoltà di Medicina e Chirurgia, che altri, inopinatamente, hanno combattuto e affossato, con le conseguenze che ora constatiamo. Ha curato, operato e salvato migliaia di nostri concittadini, lungo una carriera, sempre al servizio di tutti. Con la sua scomparsa la città di Sora, lui nato a Nocera, ed il mondo sanitario della Provincia, perdono non solo un eccezionale ed insigne professionista e chirurgo, ma un uomo umile e per questo ancora più grande, che ha fatto dell’impegno per la nostra comunità, e non solo, una costante di vita.

Credo che le competenti autorità, preposte a decidere, debbano adoperarsi a dedicargli una via o una piazza di Sora, lo stesso reparto di Chirurgia del “SS. Trinità” e ricordarlo, ogni anno, con l’istituzione di un premio o di una borsa di studio, per i neo laureati del territorio in Medicina e Chirurgia.

Alla famiglia intera vanno le mie più sentite condoglianze per aver donato a tutti noi una Figura unica, straordinaria e di valore.

Enzo Di Stefano

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.