3 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 600 VOLTE

La squadra della Biosì Sora “in esilio” a Frosinone: la D’Orazio invita a cercare ancora una soluzione

Il capogruppo di minoranza del Pd spera in un lieto fine che consenta alla città di mantenere la Superlega.

«La vicenda della Biosì Sora non può finire così: è necessario che tutti i soggetti coinvolti si adoperino per trovare una soluzione che consenta alla squadra del volley di restare a giocare a casa sua. È per questo che mi unisco ai tanti appelli, lanciati nei giorni scorsi in diverse sedi, non ultimi i social network, affinché si possa ancora lavorare per centrare questo obiettivo».

Sulla questione “Palapolsinelli” e la necessaria “migrazione” della squadra di pallavolo a Frosinone per disputare le partite di Superlega, il capogruppo di minoranza del Pd, Maria Paola D’Orazio, si dice dispiaciuta per la mancata volontà, da parte dell’amministrazione in carica, di voler trovare una soluzione in modo tale da consentire di giocare a Sora. Ma non intende arrendersi.

«Fino ad oggi – sottolinea – non sono intervenuta perché pensavo, anzi speravo, che fino alla fine ci fosse una soluzione nel “magico cilindro” di questa amministrazione che, a suo dire, sta facendo dei miracoli. Peccato che non siano tangibili dalla cittadinanza, però! Nello sport, così come in qualsiasi altro settore, il senso di appartenenza e l’orgoglio per il raggiungimento di risultati lusinghieri che possano portare lustro alla città cui si appartiene, passano anche per questo aspetto: poter contare su una struttura ubicata nel proprio territorio, dove poter giocare e sentire il calore del tifo di casa. Per questo rivolgo un invito a tutti i soggetti che, più o meno direttamente, sono coinvolti in questa vicenda affinché, ciascuno per la propria parte e competenza, possa, con senso di responsabilità contribuire a una soluzione positiva della vicenda».

COMMENTA

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati
roberto iacovissi
Spero che la sig.ra D’Orazio si limiti agli inviti, perchè nelle soluzioni Lei e la sua ex-amministrazione è stata devastante. L’Amministrazione Tersigni di cui è stata socio onorario si è distinta già da subito per l’incompetenza nel trattare le strutture sportive e i palazzetti. Ricordiamo che sia il Panico che il Trecce e ancor più il PalaPolsinelli sono nati sotto questa ex amministrazione. Hanno trattato il PalaPolsinelli come un palazzetto per la pallavolo di serie A, quando quella struttura NON E’ STATA COSTRUITA PER FARE LA PALLAVOLO DI SERIE A, e questo taglia le gambe ad ogni rivalsa sotto questo… Leggi tutto »
Paolo

Il signor Iacovissi nel suo espresso tecnico omette di dire che il palaglobo fu ridimensionato dall’amministrazione Casinelli.
Quindi prima ancora di continuare ad addossare colpe ad altri dovrebbe dire che con il patto di stabilIta non è possibile sforare il bilancio. Quindi tutti questi sfaceli economici, chi li ha fatti ???? O sono scuse per nascondere l’incapacità di reperire fondi su enti superiori in cui l’attuale maggioranza risulta totalmente sconosciuta? ???

roberto iacovissi

Conosco solo il PalaPolsinelli di proprietà comunale, quello che viene anche dalle mie tasche per 30 anni di contributi versati, questo “palaglobo” mi è sconosciuto, che sia qualcosa che finalmente vede tirar fuori soldi dal portafoglio di Giannetti?…

Ormai e tardiiiii!!! Non e la canzone di vasco rossi ma e la situazione!!!

È proprio una vergogna.

È tardi!

No comment…

A Sora per colpa di qualcuno che non sa governare Sora è diventata deserta, non riescono a organizzare nulla, tutta la gente si trasferisce ad isola , Bar Pizzerie pieno di gente, la globo è finita a Sora, sono rimaste solo Chiacchiere

wpDiscuz
Menu