La trasmissione in commemorazione di Steve Jobs di Andrea Vianello su Agorà – Rai3: E’ STATA INDECENTE

Sono certo che tutti vuoi ve ne siate resi conto… non c’è rispetto neanche per i morti.

Sono queste le cose che fanno riflettere: se anche un Genio può essere strumentalizzato, allora non esiste più nulla di vero. Spero che la Rai prenda seri provvedimenti, anche se il sotto-le-righe-comunista sarà piaciuto a tanti dirigenti che non sanno neanche chi è Steve Jobs.

Da parte mia voglio ricordarlo per quel che ha saputo darmi: mi ha fatto innamorare! Non c’è l’idolatria del marchio (come dice Vianello), c’è l’idolatria del Marketing con la M maiuscola! Perché Steve per me è stato uno dei pochissimi che ha saputo soddisfare il bisogno più importante che tutti noi abbiamo: amare e saperci amare. Addio Steve!

“Qualche volta la vita ti colpisce come un mattone in testa. Non bisogna perdere la fede, però. Sono convinto che l’unica cosa che mi ha trattenuto dal mollare tutto sia stato l’amore per quello che ho fatto. Bisogna trovare quel che amiamo. E questo vale sia per il nostro lavoro che per i nostri affetti. Il nostro lavoro riempirà una buona parte della nostra vita, e l’unico modo per essere realmente soddisfatti è di fare quello che riteniamo essere un buon lavoro. E l’unico modo per fare un buon lavoro è amare quello che facciamo. Chi ancora non l’ha trovato, deve continuare a cercare. Non accontentarsi. Con tutto il cuore, sono sicuro che capirete quando lo troverete. E, come in tutte le grandi storie d’amore, diventerà sempre migliore mano a mano che gli anni passano. Perciò, bisogna continuare a cercare sino a che non lo si è trovato. Senza accontentarsi.”

Grazie Steve!
Marco

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.