L’addio a Graziella Tersigni

Centinaia di partecipanti alle esequie della conosciutissima 54enne. La sua scomparsa, meno di due anni dopo quella del marito Agostino, ha commosso tutti.

La Cattedrale di Sora non è stata sufficiente per accogliere le tantissime persone che hanno partecipato ai funerali di Graziella Tersigni, dipendente ospedaliera 54enne venuta a mancare domenica pomeriggio dopo aver combattutto con grande coraggio contro un male che, purtroppo, alla fine non le ha lasciato scampo. Molti hanno sostato sul sagrato e lungo la scalinata di accesso alla chiesa.

Lavoratrice esemplare, attivista dell’ADO (Associazione Dipendenti Ospedalieri), impegnata in politica e nel sociale, sposa innamoratissima e madre meravigliosa: in tutti gli ambiti nei quali si è cimentata, Graziella ha portato gioia di vivere, ottimismo e tutte le altre sue innumerevoli qualità. «Sostienici in questi momenti di sconforto, altrimenti sarà difficile andare avanti. Niente da oggi sarà come prima, senza di te», ha commentato una sua cara amica dal pulpito di S. Maria Assunta.

Il pensiero di tutti, una volta terminata la celebrazione, è andato soprattutto alle giovanissime Chiara e Rachele, due magnifici raggi di Sole nati del grande amore tra i loro genitori, Agostino e Graziella, venuti a mancare nel giro di appena due anni. Alle ragazze, in questo momento di durissima prova, va l’abbraccio ideale di Sora intera.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide fino al 25 Agosto 2020 in tutti i punti vendita della catena.

CRONACA

Scomparsa dell’Arch. Gaspare Vinciguerra, il cordoglio del Comune di Sora

Il professionista si è spento ieri a seguito di un incidente stradale.

CRONACA

Un pensiero per te, Stella

Primo anniversario dalla prematura scomparsa della brillante studentessa sorana di appena 18 anni.

CRONACA

SORA - Raccolta differenziata, le disposizioni di ferragosto

Il 15 Agosto non verrà effettuato il servizio di raccolta dell'umido.

SPORT

Marco “Cors” Corsetti torna a schiacciare per l’Argos Volley Sora

Un altro colpo che certifica le ambizioni di vertice della società bianconera.