3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.897 VOLTE

L’Assessore D’Orazio risponde a SOS Donna: «Polemica inutile e distruttiva»

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma dell’assessore alle Pari Opportunità, Maria Paola D’Orazio.

«Commemorazione delle donne vittime di violenza: le precisazioni degli organizzatori in merito alle critiche sollevate dalla Sig.ra Martina Sperduti, Presidente dell’Associazione SOS Donna, riguardanti la giornata di commemorazione delle donne vittime di violenza. Non intendo rispondere ad una polemica inutile e distruttiva, finalizzata unicamente ad attirare l’attenzione di chi l’ha sollevata. Tengo a fare solo alcune doverose precisazioni, a nome mio, in qualità di Assessore alle Pari Opportunità, e delle Associazioni Risorse Donna e Iniziativa Donne, promotrici della manifestazione.

L’Amministrazione Comunale, fin dal suo insediamento, ha sempre appoggiato le proposte costruttive e valide per la comunità presentate dalle realtà associative del nostro territorio. Nessuna discriminazione è stata mai compiuta ai danni di manifestazioni dallo spessore sociale e culturale. Preciso, in pieno accordo con le Associazioni Risorse Donna ed Iniziativa Donne che, in merito all’evento del 10 gennaio, la Sig.ra Sperduti, così come l’intera rete provinciale antiviolenza appartenente al tavolo Astrid, è stata invitata a prendere parte all’evento con una e-mail inviata in data 29 dicembre 2014, a firma di Elisa Viscogliosi per l’Associazione Risorse Donna.

A tale comunicazione la Signora Sperduti ha risposto confermando la sua presenza senza dare disponibilità a prendere parte attiva all’organizzazione o senza fare proposte diverse in merito. Quindi la parola “esclusione” da lei utilizzata è errata. Non si può prendere qualsiasi pretesto per attaccare l’Amministrazione Comunale visto che non esistono cerchie di preferiti ma persone propositive. Le Associazioni Risorse Donna ed Iniziativa Donne hanno presentato un progetto che è stato accolto e sposato dall’Amministrazione perché di ampia validità sia morale che sociale. Se fosse stato presentato da SOS Donna avrebbe avuto da parte nostra lo stesso interesse e lo stesso appoggio. Per cui l’invito rivolto ad SOS Donna ed a tutte le associazioni è quello di promuovere idee e presentare iniziative e non quello di alimentare polemiche, cercando la reciproca collaborazione nelle azioni del quotidiano e non solo nei casi in cui si presenta un’esposizione mediatica.»

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu