Le mille peripezie burocratiche di una famiglia di Valfrancesca, che ancora non può tornare a casa dopo il terremoto

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera a firma di Maria Tuzi.

«Gentile Redazione, la mia storia ha inizio circa un paio di anni fa con il terremoto, a causa del quale il muro di contenimento davanti casa cede e con esso si stacca un grande masso. Da subito non si è notato niente, ma a distanza di un paio di settimane si è iniziato a creare un piccolo dislivello nel piazzale. Abbiamo pensato che fosse un assestamento, ma con le piogge dell’inverno il dislivello era sempre più visibile.

Abbiamo chiamato una ditta per fare i lavori e giustamente ci ha detto che come prima cosa avremmo dovuto chiedere i permessi. Allora siamo andati al Comune, che ci ha chiesto una relazione di un geologo; abbiamo contattato un geologo, che ha chiesto l’intervento di un ingegnere; abbiamo chiamato un ingegnere, che ci ha presentato un preventivo di spese solo per la richiesta di permessi, senza i quali non si possono fare i lavori. Ho chiesto la tempistica per richiedere questi permessi e mi hanno detto che è previsto circa un anno se non di più. Abbiamo fatto notare che tutto quel tempo era troppo, perché avevo visto con quale velocità camminava la frana. Mi è stato risposto: questi sono i tempi. Ho fatto notare che il mio è un lavoro per mettermi in sicurezza e non di abbellimento e, quindi, se possibile sollecitare i vari enti. Mi hanno risposto: “le pratiche vengono smaltite per ordine di arrivo e non si può sollecitare”.

Ritorna l’inverno e quindi le piogge, la frana scende sempre di più, fino a quando un giorno chiamo i Vigili del Fuoco, sperando che possano aiutarci. I Vigili del Fuoco ci inviano i Vigili Urbani, che accompagnano il tecnico del Comune. La sera arrivano Vigili del Fuoco e Sindaco, che subito prepara un’ordinanza di sgombero, perché troppo pericoloso. Ci dice di procurarci una sistemazione per quella notte e poi ci avrebbero trovato un alloggio. Ha detto anche che la spesa per sistemare la frana era di 250mila euro e di sicuro i lavori li avrebbe fatti la Conca, perché un singolo cittadino non poteva sostenere una tale spesa.

Ogni giorno passiamo al Comune per avere informazioni, perché nel frattempo di un alloggio per noi se ne sono dimenticati. Un giorno la “bellissima” notizia: è stato deciso che i lavori li farà la Regione ed entro luglio saremmo tornati a casa (l’ordinanza di sgombero è del 10 febbraio).

Arriviamo alla fine di luglio e i lavori non vengono fatti. Torno al Comune per chiarimenti e ieri mattina ci dicono che i lavori la Regione non vuole più farli, perché la frana è su terreno privato e mi dicono che è strano, perché per casi simile al mio la Regione si è attivata. Da precisare che sotto questa frana c’è una strada comunale ed una chiesa. Chiedo di fare io i lavori e mi dicono di no, perché non sono in regola con i permessi. Faccio notare che è urgente intervenire e mi rispondono che la prassi è quella.

In pratica il Comune e la Regione hanno fatto passare l’estate per fare i lavori, dicendo che di sicuro li avrebbero fatti loro, a me non li fanno fare perché non sono in regola con i permessi e neanche mi aiutano a ottenerli in poco tempo. Non ci danno un alloggio e l’affitto che paghiamo il Comune non ce lo rimborsa. Nel frattempo il mutuo che paghiamo a casa nostra non ce lo sospendono e dobbiamo pagare anche le tasse, senza nessun aiuto da parte del Comune. Ora mi chiedo: pagare le tasse è un dovere del cittadino e i diritti? Vi allego foto frana inizio e ora. Grazie per la disponibilità e cordiali saluti.»

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
7.224
Allerta meteo per vento forte
1
CRONACA

Allerta meteo per vento forte

Il contenuto del bollettino diramato dalla Protezione Civile della Regione Lazio.

4.284
Ci ha lasciato Agostino Pompilio
2
NECROLOGI

Ci ha lasciato Agostino Pompilio

Si è spento in ospedale a Sora.

840
SORA - Regolamento dehors: le dichiarazioni di Serena Petricca
3
POLITICA

SORA - Regolamento dehors: le dichiarazioni di Serena Petricca

La consigliera torna sulla richiesta di risposte più esaustive possibili per gli operatori commerciali.

595
CALCIO - La Vis Sora parte bene e conclude male
4
SPORT

CALCIO - La Vis Sora parte bene e conclude male

Bianconeri subito in vantaggio con D'Aqui, ma non basta: l'Atletico Chiaiamari s'impone 3-1.

I più letti della settimana:
18.424
SORA - Fatture false per 471 milioni di euro
1
CRONACA

SORA - Fatture false per 471 milioni di euro

La ricostruzione dell'operazione che ha portato la Tenenza della Guardia di Finanza di Sora alla scoperta della mega evasione.

17.969
Sei grande Valè!. L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli
2
CRONACA

"Sei grande Valè!". L'applauso di Sora intera a Valeria Altobelli

"I'm standing with you", progetto musicale a cura di Diane Warren, è un inno contro ogni forma di violenza e discriminazione. ...

17.017
La mamma di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più
3
PROVINCIA

La "mamma" di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più

Grande cordoglio in città per l'improvvisa scomparsa della donna.

15.729
Sarà dura senza di lui, l'uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita
4
CRONACA

"Sarà dura senza di lui, l'uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita"

La dolcissima lettera aperta scritta da Rossana Lorini per ringraziare l'Ospedale di Sora, dopo aver perso la battaglia contro il ...

13.223
Stella è con noi e lo sarà per sempre
5
CRONACA

Stella è con noi e lo sarà per sempre

Alla 18enne Stella Tatangelo, venuta tragicamente a mancare la scorsa estate, è stato intitolato oggi pomeriggio il campo sportivo del Liceo ...

Video più visti:
Scuola Renzo Piano

SORA - Scuola Renzo Piano: la settimana prossima verrà demolito l'ex mattatoio

Si passa finalmente alla fase operativa che porterà alla realizzazione della scuola innovativa in tecnologia X-LAM progettata dallo staff del ...

Passi carrabili

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso ...

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova ...

Farmacia Comunale

Farmacia Comunale di Sora: la storia, i veri numeri e perché il modello "in house" è il migliore per i cittadini

Il Sindaco di Sora, Roberto De Donatis, spiega alla cittadinanza, numeri alla mano, qual è il presente e quale sarà il ...

Centro Serapide

SORA - Ex Tomassi (Centro Serapide): a primavera 2020 ripartono i lavori. Intervista al sindaco Roberto De Donatis

L'ex Tomassi rinasce: cittadella della scuola con centro preparazione dei pasti per i ragazzi; demolizione della struttura in via Buozzi ...