martedì 18 dicembre 2012

L’INTERVISTA – Maria Paola D’Orazio: “La Due Diligence per il mercato del Legno sarà una grande opportunità per il territorio”

Venerdì 14 dicembre alle ore 17.00, nel Palazzo Comunale si è tenuto il seminario la “Due Diligence” per il mercato del Legno, aspetti normativi, tecnici e pratici a tre mesi dall’entrata in vigore del Regolamento EU 995/2012. Un seminario a carattere infotmativo e di interesse per tutti gli opertatori della filiera, foresta-legno-carta-stampa, organizzato dall’Assessorato all’ Ambiente del Comune di Sora, con il patrocinio della Regione Lazio e del Consorzio CONLEGNO Servizi Legno Sughero. Ne abbiamo discusso con l’Assessore Maria Paola D’Orazio.

“Due Diligence per il mercato del legno”: Assessore D’Orazio, ci spiega di cosa si tratta?
Il seminario che venerdi 14 dicembre si è tenuto presso la sala consiliare del Comune di Sora è stato un trampolino di lancio per il nostro territorio, un elemento importante affinchè anche le nostre montagne possano rientrare in un’economia nuova, ecosostenibile, una “Green Economy”, iniziando proprio dalla certificazione delle filiere forestali del nostro territorio. Un ringraziamento lo voglio rivolgere ai convenuti: il dott. Massimo Scarpetta, il Dirigente Regionale dell’Area Forestale della Regione Lazio, Dottoressa Marina Rabagliati, alla quale mi lega un’amicizia e una profonda stima professionale. Insieme portiamo avanti un impegno reciproco con una complicità e sensibilità tutta al femminile.

Da un feeling che funziona non possono che nascere buone cose.
Ovvio. Con la D.ssa Marina Rabagliati, abbiamo condiviso questo progetto. Lei mi ha fortemente incoraggiato dandomi ampia fiducia nelle varie fasi della realizzazione progettuale stessa, scegliendo come prima tappa di questi importanti seminari regionali, il Comune di Sora. In seguito, i seminari si riproporranno anche a Roma e nelle Province di Viterbo, Rieti e Latina.

Come mai tutta questa sensibilità nei confronti dell’Ambiente?
La mia attenzione sulle problematiche sociali proviene dalla mia formazione culturale, e l’Assessorato all’Ambiente che mi pregio di rappresentare è oltremodo lo stimolo personale per obiettivi prioritari che interagiscano direttamente con la gestione della res pubblica, sia sotto l’aspetto della salute che economico. Voglio citare per l’appunto la celebre frase di Chateaubriand: “La foresta precede l’uomo, il deserto lo segue”. Questa frase è così vera ed attuale che intere città, infatti, sono scomparse per aver ecceduto nel consumare delle risorse o nella trasformazione dei loro ambienti. Per Sora non sarà così.

Cioè?
Ritengo sicuramente importante, che all’inizio di questo nuovo millennio nasca negli animi di tutti noi, una nuova cultura sostenibile, attenta alla salvaguardia ambientale e che riesca a coniugare nuove piattaforme di sviluppo economico con avanzate opportunità di accrescimento territoriale; come del resto recita il claim della regione Lazio: “La Natura…Uomo compreso”. A questo fine ho fortemente voluto che il nostro territorio si dotasse di un Piano di gestione e Assestamento forestale per la redazione del quale ho ottenuto un finanziamento regionale che prossimamente sarà pronto e verrà presentato in un tavolo tecnico. Il nostro patrimonio boschivo, a mio avviso, non solo deve essere preservato e conservato in tutta la sua bellezza, ma deve diventare una fonte di ricchezza economica alternativa in termini di professionalità e di lavoro.

La conformazione del nostro territorio, tra l’altro, aiuta il suo progetto.
Certamente. La volontà di promuovere e sostenere questa iniziativa è scaturita dalla consapevolezza di vivere in un territorio posizionato in un comprensorio montano e boschivo, in grado di offrire eccellenze naturalistiche e paesaggistiche nel panorama nazionale ed europeo. Ma il mio impegno non terminerà sicuramente con l’adozione del PGAF (piano forestale). Per questo, come Amministratrice ho carpito subito l’occasione di poter per prima spiegare nel mio territorio il nuovo aspetto normativo che fra pochi mesi sarà in vigore in Italia a seguito alle direttive dell’ Unione Europea: la Due Diligence ossia “giusta diligenza”, che dovrà essere osservata da tutte quelle attività comprese nella filiera del legno e dei prodotti derivati, in conformità al Regolamento N. 995/2010.

Ci saranno vantaggi economici per la Comunità?
Si. Il Dipartimento dell’AREA CONSERVAZIONE NATURA E FORESTE della Regione Lazio, con grande anticipo rispetto a tutte le altre Regioni d’Italia, ha messo in campo le giuste energie e l’impegno necessario per affrontare al meglio l’immediatezza dell’entrata in vigore del regolamento Europeo. Difatti, oltre a pianificare e sviluppare elementi strategici di crescita, a vantaggio delle amministrazioni locali e delle aziende interessate, ha fortemente voluto puntare sulla Formazione professionale di Operatori dedicati a questo importante e nuovo compito. Personalmente mi adopererò tempestivamente e caparbiamente, affinchè il nostro territorio sia il primo, in ambito Regionale, ad avere boschi e prodotti certificati utilizzando le Risorse del Territorio; avremo così l’opportunità di lavoro e di sviluppo nel nostro comprensorio in un momento così particolare della storia politica ed economica del Paese.

Di che tipo di opportunità occupazionali parla?
Il processo di certificazione necessita della figura del consulente certificatore che vedeva, fino ad oggi, consulenti certificatori abilitati provenienti solo dal Trentino alto Adige. Oggi noi Amministratori abbiamo fatto la nostra parte sensibilizzado tempestivamente le risorse umane del territorio: infatti alcune professionalità del luogo hanno avuto l’opportunità e la capacità di superare l’ esame abilitante al Corso per consulenti certificatori. Da oggi, grazie all’ Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio, il nostro territorio vanta di competenze formate e qualificate dagli Enti normatori e certificatori come : P.E.F.C ITALIA ed F.S.C. ITALIA.

Come hanno reagito gli enti locali alla sua iniziativa?
Direi bene. La Provincia di Frosinone ha risposto in modo adeguato e sensibile all’invito Regionale di “Guardare Avanti verso nuove prospettive di sviluppo e di lavoro del Territorio”. Come Amministratrice sono convinta che tutti i tipi di risorse umane e quant’altro devono essere utilizzate a KM. 0: questo è l’obiettivo che mi sono prefissata e che sicuramente porterò avanti nel mio mandato assessorile.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu