54" di lettura

Pietro Marcelli

Emozionanti le sue parole dedicate alla Canicola, storica gara podistica del giorno di San Rocco.

Nella vita professionale è infermiere e, come ama ripetere quando parla del suo lavoro sempre a contatto con le persone che hanno bisogno di aiuto, «vale più questo che tutte le mie medaglie». Pietro Marcelli, tuttavia, per noi sorani è il re della Canicola. Non si contano le edizioni in cui ha partecipato in rappresentanza del suo amato quartiere, San Rocco.

La passione per questa storica gara, che come tutti sanno si svolge nel giorno in cui Sora festeggia proprio il santo di Montpellier, supera tutti i successi ottenuti lontano dalla città volsca. Lo si evince dal trasporto con cui lo stesso Marcelli ne parla in questa intervista, dove traspare tutto il suo amore per l’atletica, la sua città e in particolare il quartiere dove è nato e cresciuto.

Marcelli, classe 1975, è un campione senza età. Emozionanti i suoi ultimi successi alla 50 km del Centro Italia, al Lunghissimo di Rieti (27 km) e in tantissime altre gare dove ha onorato alla grande l’atletica sorana (ha corso per tanti anni con la Sora Runners) e lo sport più in generale. Pietro è un ragazzo correttissimo e molto educato, una persona davvero speciale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 28 Ottobre 2020.

SORA CALCIO

Una nuova stagione è appena cominciata, una squadra ambiziosa è pronta a regalarci grandi soddisfazioni, una società seria e appassionata merita tutto l'appoggio necessario.

NECROLOGI

Ci ha lasciato Enrico De Gasperis

Si è spento a Sora presso la propria abitazione. Funerali oggi ore 15:30 al Divino Amore.

Coronavirus: 5 nuovi casi a Sora. Gli attuali positivi salgono a 122

Il punto della situazione nella live appena divulgata dal Comune.