5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.821 VOLTE

Lo sfogo di Salvatore Meglio: “Vivo nel degrado. Cosa dico alla mia gente? Solo Enzo Di Stefano mi ha ascoltato”

Uno sfogo decisamente imbarazzante, per noi che ascoltavamo, quello raccolto ieri sera dalla voce di Salvatore Meglio, consigliere comunale di Sora classe 1973 che da ben tre legislature fa parte dell’assise municipale volsca e che resta imprigionato come un normale cittadino nella burocrazia cittadina, incontrando molte difficoltà nel tentativo di fare qualcosa per la sua gente.

Meglio risiede in via Bruno Buozzi, nel quartiere Napoli, uno dei più popolosi della città. Lo stesso consigliere, in occasione dell’ultima tornata elettorale, ha come si suol dire “sballato” totalizzando addirittura 400 voti. Ciononostante, nelle immediate vicinanze della sua abitazione è ben visibile uno scenario degno delle periferie più degradate: una discarica a cielo aperto, illuminazione pubblica non funzionante, buche transennate da Natale 2012, strada dissestata, residenti della zona seduti sui cordoli dei marciapiedi perché non ci sono panchine.

I lettori immagineranno facilmente il nostro imbarazzo nel riscontrare tale situazione, perché è impensabile che un rappresentante istituzionale con il peso politico di Salvatore Meglio non riesca a far valere le ragioni del suo quartiere. Ovviamente abbiamo chiesto lumi allo storico esponente politico, di Forza Italia prima e del Pdl poi, su come sia possibile tale paradosso.

La sua risposta: “Ho chiesto più volte al Comune, che tra l’altro rappresento, un intervento per restituire dignità alla zona in cui vivo: due lampadine, un pò d’asfalto, qualche panchina e la chiusura della voragine apertasi in via Napoli. Ebbene, anche se sembra incredibile, non ho avuto risposte! Insomma, pur avendo preso 400 voti vivo nel degrado e non riesco neanche a far riparare un lampione. Cosa dico alla mia gente? Non è tutto: ciò che sbalordisce è che rivolgendomi al presidente dell’Ater Enzo Di Stefano, contro cui ho “combattuto” in campagna elettorale essendo candidato con Tersigni, per problemi più consistenti come quelli riguardanti le case popolari adiacenti la Chiesa S.Giuseppe Artigiano, ho avuto risposte immediate e concrete con un finanziamento di ben 180mila euro. I lavori sono già iniziati…”

Lorenzo Mascolo – Sora24

[nggallery id=423 template=caption]

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu