martedì 30 ottobre 2012

Lo sfogo di Stefano Ferri: “Scuola allagata, fagiolini congelati e frittate di colore verdastro. Ora basta.”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a firma di Stefano Barbara, genitore di un alunno della Scuola Media Facchini (Istituto Comprensivo Sora3).

Cari lettori, buongiorno. Siamo i genitori di Adriano, alunno della scuola media “E. Facchini”, scuola allagata e a quanto pare , dimenticata da coloro che hanno il compito di provvedere alla sicurezza dei nostri figli e alle loro esigenze di studenti, avendo in mano le sorti della nostra città. Dico nostra, anche se portiamo i nostri 4 bimbi da Campoli a Sora. Ma io sono di Sora, sono cresciuto a Sora. Mi trovo ora a fronteggiare due problemi: l’indiscriminato aumento dei buoni pasto per chi non è residente, come noi, in questa bella città e la chiusura della Facchini, dove i nostri ragazzi ‘dovrebbero’ acquisire le basi per poter affrontare la maturità degli anni che verranno.

Dopo aver letto l’appello della sig.a. Incani, trovandomi d’accordo con lei, dico che è ora di dire a questi signori, che bisogna cambiare indirizzo sul da farsi. Stiamo facendo i salti mortali per mandare avanti le nostre famiglie, ci stiamo dissanguando e nel piatto cosa troviamo: fagiolini congelati, frittate crude di colore verdastro! Cosa dobbiamo dare da mangiare ai nostri figli se non possiamo portar glielo! Stiamo perdendo il lavoro, chi ha lo stipendio non riesce a soddisfare i bisogni primari della ‘ FAMIGLIA’ in quanto tale. Si dice sempre: difendere la famiglia, i diritti della famiglia; il nostro caro Santo Padre ce lo ricorda tutti i giorni: la famiglia e’ alla base della società. Ma mi chiedo: di quale società? Per colpa di coloro che stanno in alto la base si sta sgretolando. Ormai siamo al capolinea!

Stefano Ferri

Commenti

wpDiscuz
Menu