1’ di lettura

Loreto Marcelli e Gruppo M5S Regione: «Subito verifica su apparecchi mammografia in ospedali»

Il Consigliere regionale sorano, insieme al Gruppo del M5S, ha presentato una mozione per chiedere una ricognizione sull’idoneità della strumentazione dedicata alla mammografia negli ospedali del Lazio.

, vice presidente della Commissione Sanità, è stato il primo firmatario di una mozione rivolta al presidente del Consiglio regionale, Mario Buschini nella quale è richiesto di «Avviare subito negli ospedali della Regione Lazio una ricognizione sulle strumentazioni dedicate alla mammografia per verificare se queste siano effettivamente efficienti ed affidabili rispetto alla loro data di produzione ed eventualmente provvedere a sostituire quelle operative ormai da oltre 10 anni».

«Come da indicazioni del Ministero della Salute, oltre che delle aziende produttrici del settore, un mammografo con più di 10 anni di vita risulta ormai obsoleto e – spiega Marcelli – visto che dall’ultimo censimento, svolto nel 2017, i mammografi che superano i 10 anni di vita negli ospedali italiani rappresentano circa il 30% e che, alla luce di questi dati, non si distingue nemmeno tra quelli analogici e digitali, è facile comprendere l’urgenza di questa verifica allo scopo di garantire screening adeguati, che andrebbero fatti periodicamente circa ogni due anni, per una patologia, come appunto il carcinoma alla mammella, che è il tumore che colpisce di più le donne, per incidenza e per mortalità”.

“Proprio perché stiamo affrontando una situazione straordinaria come l’emergenza sanitaria covid19, non possiamo permetterci di rimanere indietro su tutta l’attività ordinaria di prevenzione, soprattutto relativa alle patologie oncologiche, fondamentale per far in modo di non dover arrivare a curare le persone quando si sono già ammalate, spesso purtroppo gravemente, ma evitare che si ammalino prevenendo eventuali patologie attraverso controlli specifici e screening adeguati, con attrezzature idonee a tale scopo. Per questo ci auguriamo che la nostra mozione sia calendarizzata quanto prima in Consiglio regionale, e di vederla approvata, affinché sia inserita tra le priorità dell’agenda politica”, concludono i 5stelle.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno