1’ di lettura

Luciano Quaglieri: l’infermiere “gigante buono” non c’è più. Il Covid l’ha portato via a soli 48 anni

Era un "gigante buono" ripetono in lacrime i colleghi del San Filippo Neri. La sua scomparsa ha gettato tutti nello sconforto.

putroppo non ce l’ha fatta, il Coronavirus non gli ha lasciato scampo. Questo il messaggio di cordoglio pubblicato oggi dalla Asl Roma 1: «È con profondo cordoglio che partecipiamo la scomparsa di Luciano Quaglieri, infermiere del pronto soccorso del San Filippo Neri. Il nostro saluto d’addio è per un professionista riconosciuto da tutti per l’impegno e la dedizione al suo lavoro. Esprimiamo sincera partecipazione e vicinanza con affetto alla famiglia, certi di interpretare il sentire di tutta la comunità aziendale. La Direzione Aziendale».

Commovente anche il post del dott. Shahram Sherkat, neurochirurgo del San Filippo Neri: «Il Nostro Lucianone non ce l’ha fatta. Un Gigante di più di due metri, uno degli Angeli del San Filippo, intento a curare i pazienti e a proteggere con la sua imponenza i colleghi dai medesimi, è morto dopo aver contratto il Covid. Un dolore scellerato ci ha investito tutti. Non ho più parole. Piango un Amico che non avró mai conosciuto abbastanza. Spero nella gratitudine delle migliaia di pazienti che questo Uomo ha assistito».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti