4 anni fa

L’ultimo saluto di Sora ad Umberto Annecchini

Una folla silenziosa e composta ha riempito oggi pomeriggio la Cattedrale di Sora per l’ultimo saluto ad Umberto Annecchini, storico commerciante della città deceduto Sabato scorso all’età di 62 anni. Molti i colleghi presenti in chiesa, a testimoniare l’affetto nei confronti di un uomo che con i suoi 40 anni di attività è stato certamente una figura di spicco tra gli esercenti della città, in particolare del centralissimo Corso de’ Volsci.

Annecchini_660

«Oggi ci ha lasciato un amico», ha esordito Mons. Alfredo Di Stefano nella sua omelia. «Attraverso Umberto – ha proseguito Di Stefano – il Signore ha donato a noi un uomo amante della bellezza, intesa come passione per il lavoro, interesse per la vita, per lo sport (sci, bicicletta, pesca, caccia, cavalli), per la musica, la musica con un suo ritmo (il suono della batteria)».

Annecchini_660a

Annecchini, forse proprio in virtù dei suoi tantissimi interessi e del suo amore per la vita, era un uomo ottimista e concreto, «soprattutto nella professione, nel commercio. Un commercio in crisi – ha continuato il parroco della Cattedrale». Ciononostante, da parte di Umberto «mai una perdita di stile, mai scoraggiamento, mai una critica sterile ed un parlare facile nei bar». Lo ricorderemo tutti, passando con la macchina, oppure passeggiando, «come se fosse ancora là, davanti al suo negozio, sul corso, con la sua figura alta, snella, ben vestito, con il suo sorriso ed il saluto facile e immediato, che amava conversare e parlare di tutto». In due parole: lo ricorderemo come un uomo di stile.

Annecchini_660c

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu