martedì 30 ottobre 2012

Maggiani “presunto” juventino: l’Aia smentisce con comunicato su Ansa. Continuano le polemiche dopo la 9a giornata di Serie A (di Andrea Marra)

Non che se ne sentisse la mancanza, ma ci avevamo quasi fatto l’abitudine. Per quasi 2 mesi sembrava che parole come sudditanza psicologica o errore madornale non appartenessero al nostro vocabolario calcistico o almeno non più. È bastata una giornata condita da gravi , decisive e marchiane “imprecisioni” per tornare indietro ai soliti triti e ritriti discorsi e rimuginare sul gol non gol per eccellenza( quello di Muntari ) spostando l’attenzione dal vero nocciolo del discorso: la fallacità umana, nel nostro caso delle terne( quaterne o cinquine ) arbitrali. L’episodio più discusso della nona giornata di campionato ha visto protagonista il Catania nei panni della vittima, la Juventus in quelli del “mandante” e il collaboratore dell’arbitro Gervasoni, Luca Maggiani , come esecutore materiale. Gol annullato a Bergessio per fuorigioco( inesistente) e gol convalidato a Vidal( viziato da posizione irregolare di Bendtner). Abbastanza per scatenare polemiche e creare dei precedenti.

Come successo con l’agenzia di scommesse Paddy Power che ha deciso, prima volta in assoluto, di pagare tutte le scommesse relative alla partita del Massimino( 1, X, 2) rilevando l’anomalia del mezzogiorno di fuoco alle pendici dell’Etna. Altro giallo in serata nel teatro dell’Olimpico di Roma. Rigore inventato per il cucchiaio di Di Natale che, con il suo 13° gol ai giallorossi, sale a quota 157 in campionato segnando il punto del definitivo 3 a 2 per l’Udinese. Seconda sconfitta stagionale in casa per la banda di Zeman che si conferma la Dottor Jekyll e Mr Hide della nostra serie A, capace nello stesso tempo di segnare e subire più gol di qualsiasi altra squadra( insieme a Juve come miglior attacco e Chievo come peggior difesa). Per non farci mancare nulla, il caro vecchio pomeriggio domenicale ha riservato un’ accesa Fiorentina Lazio con due espulsi per i biancocelesti danneggiati inoltre da un gol annullato ingiustamente a Mauri e una mancata concessione di un calcio di rigore per fallo di mano di Cuadrado.

Il bollettino della nona giornata è forse il primo a tinte così nere della nuova stagione. Alzare polveroni e far salire la tensione non sembra forse la strada più giusta da seguire. La conferenza stampa di Alessio pre Juventus- Bologna, programmata per domani ed annullata, potrebbe essere un segnale in tal senso. Di natura nettamente opposta sono state le illazioni relative alla fede juventina di Maggiani che lo volevano in possesso di un profilo Facebook con tanto di foto dello scudetto bianconero in prima pagina. Voce subito smentita, con un comunicato Ansa, dall’Aia. Gli errori però restano e pesano, come tali. Lavorare per limitarli, smorzando così le conseguenti polemiche è l’unica strada da battere. Anche ricorrendo alla tecnologia( vedi moviola in campo) che in molti altri sport ha da tempo un ruolo imprescindibile. Solo così potremmo liberarci dalla nostra innata propensione ad aizzare focolai in maniera prevenuta ed estemporanea. Sempre che lo vogliamo veramente.

Andrea Marra

Commenti

wpDiscuz
Menu