1’ di lettura

Marco Bassetti nominato coordinatore scientifico gestione pazienti Covid per il Ministero della Salute

Marco Bassetti, infettivologo genovese, ha commentato con soddisfazione la nomina attraverso la propria pagina social, esprimendo gratidutine nei confronti del viceministro Sileri e dichiarandosi onorato dell'incarico, assicurando di operare con «rigore scientifico e spirito di servizio per il sistema sanitario nazionale».

Il prof. Marco Bassetti, Direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino (GE), Presidente della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (SITA), Membro del comitato esecutivo del Piano Nazionale per lotta alla Resistenza-Antimicrobica (PNCAR) del Ministero ha annunciato la propria collaborazione scientifica con il Ministero della Salute diretto dal Ministro Roberto Speranza, pubblicato un post sulla sua pagina Facebook.

«Oggi – ha scritto – sono stato nominato dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, coordinatore scientifico di un gruppo di lavoro per la gestione del paziente Covid-19 per il Ministero della Salute. Insieme a insigni colleghi dovremo stilare i protocolli per la gestione ospedaliera dei pazienti Covid+.

Sono onorato dell’incarico che svolgerò, come ho sempre fatto – ha continuato il professore –  con rigore scientifico e spirito di servizio per il sistema sanitario nazionale. Un grazie particolare al vice ministro Pierpaolo Sileri che ha fortemente voluto questo gruppo di lavoro.

Inoltre insieme ai medici di medicina generale genovesi abbiamo sviluppato un protocollo condiviso tra ospedale e territorio per la gestione a casa dei pazienti con il Covid che non hanno necessità di ricovero in ospedale. Abbiamo provato a fare ordine su quali e quando usare le varie terapie. Fatti e non parole, ha concluso Bassetti».

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Rocchino Prisco
2 mesi fa

Speriamo adesso che cominci a lavorare per tutti noi e che cessino le polemiche tra gli scienziati incominciando a cucure i malati tutti, specialmente i più bisognosi e non solo i ricchi.