1’ di lettura

CRONACA

Maresciallo CC Sora aggredito: 26enne ai domiciliari

Non potrà più uscire dalla propria abitazione, in attesa della celebrazione del giudizio.

Il 19 settembre scorso, un Maresciallo dei Carabinieri della Compagnia di Sora, libero dal servizio, ad Isola del Liri notava un’autovettura Fiat 500 Abarth con a bordo un 26enne di Boville Ernica già censito per droga, estorsione, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il militare – spiega il Comando Provinciale di Frosinone in una nota divulgata oggi – sapendo che l’uomo non poteva uscire dal Comune di residenza, per l’appunto Boville Ernica, perché sottoposto alla misura cautelare personale dell’Obbligo di Dimora, si era quindi fermato per gli accertamenti del caso e la verifica dell’effettiva violazione della misura cautelare.

Vistosi scoperto, l’uomo aggrediva il Maresciallo colpendolo in volto e dandosi alla fuga dopo una breve colluttazione.
Nella circostanza il fuggitivo è stato successivamente rintracciato presso la sua abitazione a Boville Ernica e tratto in arresto per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Segnalata la violazione dell’Obbligo di Dimora alla Procura della Repubblica di Frosinone, che aveva richiesto l’originario provvedimento e che ha conseguentemente formulato istanza di aggravamento della misura al Giudice per le Indagini Preliminari che l’aveva emessa, nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Strangolagalli, in collaborazione con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora, hanno eseguito l’Ordinanza di aggravamento di Misura Cautelare emessa nella stessa data dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone e lo hanno nuovamente tratto in arresto. Terminate le operazioni di rito, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari e non potrà più uscire dalla propria abitazione, in attesa della celebrazione del giudizio.