2’ di lettura

Maria Paola D’Orazio plaude all’approvazione del suo emendamento al Bilancio. “No” solo da due consiglieri

Maria Paola D'Orazio, capogruppo del Partito Democratico all'opposizione. «Ringrazio il Sindaco, il Presidente del Consiglio e tutti i consiglieri Comunali di maggioranza e di opposizione che hanno espresso il voto favorevole».

«Esprimo profonda soddisfazione per l’approvazione, nella seduta del Consiglio Comunale in streeming del mio Emendamento al Bilancio che proponeva l’istituzione di un ufficio / sportello di servizio alle imprese del territorio con il personale comunale adeguatamente formato, che si occupi della promozione dell’internazionalizzazione delle imprese del territorio. Questa importante opportunità che le imprese del nostro territorio potranno avere grazie a tutti i provvedimenti che il Governo ha predisposto a livello Nazionale.

Considerato il numero molto irrisorio di Imprese sul territorio Comunale, è importante, che il Comune di Sora, in linea con gli indirizzi Nazionali sul tema dell’internazionalizzazione, si doti di un ufficio interno, in grado di accompagnare le imprese verso le commercializzazione sul mercato estero, dei propri prodotti, in maniera da poter potenziare le imprese esistenti e al tempo stesso stimolarne la nascita di nuove.

Il Governo Nazionale attraverso i suoi bracci operativi – Ministero degli Esteri e ICE – ,
ha concentrato un Fondo di liquidità per finanziare le aziende interessate al tema dell’Internazionalizzazione attraverso i seguenti atti normativi:

Manovra 2020 – Fondi a sostegno dell’internazionalizzazione;

Dl rilancio – un fondo per l’Internazionalizzane pari a 1,5 Miliardi;

Piano nazionale di ripresa e resilienza (Recovery plan) – il MISE ha proposto una politica di accompagnamento delle PMI ai mercati esteri con una dotazione di 123 milioni;

Patto per l’EXPORT – strumento che sancisce la sinergia tra piattaforme telematiche e accordi economici con gli attori attivi dell’Internazionalizzazione: SACE, Cassa Depositi E Prestiti, ICE.

DECRETO RISTORI – 400 milioni a sostegno dell’export

La città di Sora ha sempre rappresentato nella sua storia imprenditoriale una valida presenza di grandi imprese, è importante fornire oggi, in un momento di profonda crisi economia, strumenti e personale di supporto adeguatamente formati per aumentare la competitività e la capacità di resilienza delle nostre Imprese con un concreto sostegno imprenditoriale del nostro territorio creando uno strumento di raccordo tra imprese ed i principali attori del mondo dell’internazionalizzazione direttamente con ICE agenzia del Commercio Estero, Simest, Sace, Camere di Commercio . Promuovendo i nostri prodotti e puntando appunto sull’Export le imprese potranno essere più competitive nei mercati nazionali ed esteri più innovative e resilienti con strategie di sviluppo di progettualità commerciali in una attenta analisi socio economica territoriale.

Ringrazio, come capogruppo PD in assise Consiliare, il Sindaco, il Presidente del Consiglio e tutti i consiglieri Comunali di maggioranza e di opposizione che hanno espresso il voto favorevole a questa mia proposta per il rilancio economico della città di Sora, dimostrando che l’amore per la città di Sora e per il proprio territorio, superano le logiche politiche di appartenenza ai Partiti e soprattutto le posizioni politiche in Consiglio Comunale. “No comment”, invece, sul voto contrario all’emendamento, dell’Ex Sindaco di Sora , e del Consigliere di maggioranza Massimiliano Bruni».

È quanto dichiara Maria Paola D’Orazio capogruppo del Partito Democratico all’opposizione nel Comune di Sora.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti