1’ di lettura

POLITICA

Massimiliano Bruni: «Il Sindaco chiarisca alcuni passaggi della sua intervista»

Il Consigliere Comunale di Fratelli d'Italia: «Il Sen. Ruspandini è da sempre vicino alla nostra città, politicamente e fisicamente, viste anche le frequenti visite che, molto spesso, lo hanno portato a Sora per incontrare non solo i cittadini, ma anche lo stesso Sindaco. Sarebbe da attribuire certi aggettivi, a quegli esponenti di altri partiti, come PD e M5S, i cui rappresentanti sono spariti da questo territorio una volta raccolto il bottino elettorale».

Massimiliano Bruni chiede chiarimenti su alcune dichiarazioni esternate dal Sindaco Roberto De Donatis ieri sera su Sora24 (clicca qui per vedere il video). In un passaggio dell’intervista – secondo Fratelli d’Italia – il Sindaco ha usato parole irrispettose nei confronti dei partiti e sopratutto degli eletti negli stessi, giudicandoli con l’appellativo di ” Yes Man”, aggiungendo che Senatori e Deputati ormai sono comandati dai partiti ed alzano la mano solo per obbedienza.

«Trovo lesive le parole usate dal Sindaco Roberto De Donatis nell’intervista rilasciata martedì – ha dichiarato il consigliere comunale di Fratelli d’Italia. Parole che mancano di rispetto alla figura di persone, come il Senatore Ruspandini, da sempre vicino e presente alla problematiche della nostra città. Un impegno profuso prima, durante e dopo gli impegni elettorali, e che possiamo elencare nello specifico.

Sua infatti l’interrogazione al Senato, per cercare di risolvere il problema della frana in zona Compre Alte, suo l’interesse per la vicenda dei furti nelle abitazioni, che ha coinvolto la nostra città nei mesi scorsi, suo l’interesse per l’annosa vicenda dell’ospedale SS. Trinità, che lo ha portato nei giorni scorsi ad effettuare una visita nella struttura sorana, per cercare insieme ai dirigenti della stessa, una soluzione efficace alle tante problematiche che il nostro nosocomio presenta.

Questo modo di sparare nel mucchio – aggiunge Bruni – forse è figlio di un vecchio modo di fare politica che con noi ha poco a che fare. Forse sarebbe meglio che il Sindaco specifichi meglio questo passaggio, facendo nomi e cognomi dei politici a cui si riferisce. Di certo questi aggettivi, non possono essere imputati al Sen. Ruspandini, che da sempre è vicino alla nostra città, politicamente e fisicamente, viste anche le frequenti visite che, molto spesso, lo hanno portato a Sora per incontrare non solo i cittadini, ma anche lo stesso Sindaco.

Sarebbe da attribuire certi aggettivi, a quegli esponenti di altri partiti, come PD e M5S, i cui rappresentanti sono spariti da questo territorio una volta raccolto il bottino elettorale, e lasciamo al Sindaco il compiacimento nei confronti di personaggi come il Consigliere Regionale del M5S Loreto Marcelli, nei confronti del quale il nostro primo cittadino sembra provare una certa ammirazione e stima, nonostante l’operato del suddetto, sia chiaramente al di sotto delle aspettative. Dal canto nostro, conclude Bruni, invitiamo il Sindaco De Donatis, a far chiarezza su questo passaggio, invitandolo in futuro, a ponderare bene le parole usate, onde evitare spiacevoli disguidi».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti