4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 336 VOLTE

Massimiliano Bruni: non può essere Iannarilli a rimproverare Tersigni di “non riconoscenza”

“Non può passare inosservato l’attacco frontale promosso dall’ex Presidente Provinciale Antonello Iannarilli verso il sindaco di Sora Ernesto Tersigni, le sue affermazioni sono di una violenza insolita e non può essere certamente lui la persona adeguata a rimproverare il Tersigni di “non riconoscenza”. La riconoscenza è un termine che in politica, probabilmente, si è smarrita per causa degli stessi personaggi che in quest’ultimi vent’anni hanno ricoperto ruoli dirigenziali e istituzionali di primo livello raggiungendo risultati ben visibile alla popolazione,pertanto; l’ex di tutto farebbe bene a non dettare lezione di bon ton a nessuno!”

Perentorie le dichiarazioni di Massimiliano Bruni sulla recente sortita dell’ex Presidente della Provincia. Secondo Bruni non si può essere accondiscendente con Tersigni “condividendone strategie e passate candidature” e poi giudicarlo per aver cambiato appartenenza politica.

“Non voglio essere io il difensore del sindaco Tersigni – aggiunge l’ex de La Destra – anche perché è noto a tutti quali furono le mie posizioni assunte a suo tempo, ma, lo storico rappresentante di Berlusconi si dovrebbe chiedere: perché il sistema partito di centro-destra periodicamente vive fasi di puro trasformismo? Forse, bisogna ammettere che Berlusconi e il berlusconismo hanno generato nel nostro paese questo modus operandi, ragion per cui, oggi subisce quello che ha creato e ne diventa, inesorabilmente, vittima Infine – conclude Bruni – se proprio Iannarilli intende essere coerente e politicamente lineare con la sua posizioni ne comporterebbe il passaggio in minoranza dei suoi esponenti forzisti nel consiglio comunale di Sora, contrariamente, Iannarilli dimostrerebbe il funzionamento del sistema partito-berlusconiano stabilendone, nei fatti, che in politica ognuno fa quello che vuole…i consiglieri comunali di Forza Italia e Tersigni compreso!

 

Massimiliano Bruni

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu