5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 596 VOLTE

MASSIMILIANO BRUNI replica ad ANGELO CORONA: “Meno di un mese discuteva con De Donatis e Paesano”

Dalla risposta del consigliere comunale Corona si capisce benissimo il suo momento politico di assoluta difficoltà, poiché, non chiarisce ai cittadini sorani le motivazioni che lo hanno realmente spinto a sostenere un Sindaco in piena emergenza. In merito ai cambi di casacca (DCA/PDL e Forza del Sud) desidero ricordare al consigliere che l’uscita dal PDL è stata dettata grazie alle metodologie squallide usate dai “nuovi amici” che fecero del tutto per imporre la candidatura dell’attuale Sindaco facendo venire meno una ipotetica candidatura regionale di un sorano nelle liste del PDL ostacolando anche quel minimo di possibilità di candidatura che aveva l’attuale assessore comunale Maria Paola D’Orazio.

Con “coraggio e coerenza” e “insieme al gruppo di amici” si scelse di portare ugualmente avanti quella idea di rinnovamento (Alberto La Rocca) ma,purtroppo, tutto quello che poi è successo è inutile ricordarlo altrimenti aprirò un’altra ferita. Concludo,anche se mi piacerebbe rispondergli guardandolo negli occhi e magari in un confronto pubblico, ricordandogli nuovamente che il termine “inaffidabile” gli è stato più volte assegnato proprio dal suo sindaco anche durante i consigli comunali ma, se proprio dovessi dargli un diverso aggettivo alla persona politica gli assegnerei il termine di: INAFFIDABILE.

Perché? Spieghi perché una settimana fa è andato a cena a Isola del Liri con il segretario regionale di Forza del Sud e spieghi perché ancor prima di entrare in consiglio, autonomamente, aveva comunicato alla presidenza di non appartenere al medesimo gruppo politico. Spieghi anche perché meno di un mese fa aveva iniziato un discorso con il centro sinistra di De Donatis e Paesano. Ragion per cui, caro Angelo, puoi anche evitare di giustificarti per il salto compiuto poiché i cittadini sorani hanno ben compreso la realtà dei fatti.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu