3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.428 VOLTE

Maurizio D’Andria: «Arpa Lazio Frosinone: la solita faccia… anonima»

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a firma di Maurizio D’Andria.

«Oramai è guerra e ARPA LAZIO fa la sua parte… ma non dalla parte dei cittadini di Sora. Ricorderete il contenuto della mia lettera aperta indirizzata a stessa ARPA LAZIO (clicca qui per leggerla) nella quale si chiedeva onestà, professionalità e un commento ragionato dei valori EFFETTIVAMENTE registrati dalla centralina mobile posta prima in piazza S. Domenico (settembre 2014) e poi in piazza S. Restituta (ottobre). E oggi, senza nessun preavviso di pubblicazione dei dati sul sito di ARPA LAZIO (clicca qui per vederli), possiamo dire che ARPA LAZIO FROSINONE ha fatto esattamente il peggio di quello che poteva fare. Ha infatti pubblicato i dati “presumibilmente” registrati dalla centralina mobile senza alcun commento. Nemmeno un rigo di commento. Una VERGOGNA che non trova riscontro in nessun altro report prima pubblicato che almeno contenevano una mezza paginetta di commento.

Perciò, nel riservarmi la possibilità di rivolgermi alla Procura della Repubblica di Frosinone per chiedere una verifica dei dati pubblicati e registrati, sempre molto anomali rispetto alle normali aspettative, al buon senso e ai loro stessi dati pubblicati nei precedenti monitoraggi (incluso quello svolto in località Tofaro di dicembre-gennaio 2014) ci chiediamo una sola cosa: “A CHE SERVE ARPA LAZIO FROSINONE?” La solita faccia… anonima. Mentre io firmo tutto, gli innumerevoli dirigenti di ARPA Lazio Frosinone, con buste paghe ben gonfie, nemmeno firmano più questi dati, cosicché nessuno ci mette la faccia. Ma le eventuali responsabilità rimangono. ANONIMI e contenti. Poi chiamatela Agenzia di diritto pubblico a difesa degli interessi dei cittadini. Bha!

Al Giudice Sordi che sta trattando la nostra Class Action (prossima udienza il 26 novembre) chiederemo perciò che in sede di nomina della CTU, per effettuare i monitoraggi delle emissioni prodotte dalla turbogas della Cartiera del Sole di Sora, si rivolga ad una (meglio due) società privata e a LEGAMBIENTE (di garanzia) e giammai ad ARPA LAZIO FROSINONE verso cui non si nutre più alcuna fiducia di imparzialità e professionalità dai tempi del nostro ricorso alla giustizia civile perché “parte in causa” con la Regione Lazio (come dimostrato oggi). Qualora i dati riscontrati dalla CTU fossero di altro segno rispetto a quelli pubblicati da ARPA LAZIO Frosinone, valuteremo se muoverci per vie legali contro di essa.

Guardate voi i dati pubblicati e ditemi se li trovate esaurientemente illustrati e commentati. E al Comune di Sora, quali dati hanno consegnato? O meglio, li hanno consegnati? Il sindaco Tersigni che dice? In un prossimo articolo il commento ai dati pubblicati».

Maurizio D’Andria

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu