3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 506 VOLTE

Maurizio D’Andria: «Comunità intelligenti… sì. Assessori… no».

L’assessore all’ambiente M.P. D’Orazio è andata a Roma a parlare del Patto dei Sindaci e delle riduzioni di gas serra (CO, NOx). Chissà se ha però detto alla platea che il suo Comune e il suo sindaco compaiono (in buona compagnia) quali correi di ATTENTATO ALLA SALUTE PUBBLICA da inquinamento atmosferico della propria popolazione e limitrofa (aggravante). Mi viene perciò da ridere ma tant’è.

D_ANDRIA_002

A seguito del riconosciuto livello di inquinamento atmosferico anche da parte di questa giunta e dal sindaco Ernesto Tersigni (dopo il monitoraggio di ARPA LAZIO svolto a Tofaro con PM2,5 superiori del + 840% sulla soglia massima di tutela della salute fissata a 25 mg/Mt3 d’aria) è stato emanato un atto sindacale (del sindaco) che riguardano queste misure di prevenzione e obbligo:

  • ben 4 domeniche all’anno di no traffico per il Corso Volsci;
  • eventuale repressione dei fuochi di campagna;
  • controllo dei fumi delle caldaie domestiche (ma solo dal prossimo anno)
  • NESSUN CONTROLLO SULLE INDUSTRIE E TURBOGAS LOCALI.

D_ANDRIA_004

Stante questa situazione, la signora D’Orazio va a Roma a dire cosa? Crede l’assessore D’Orazio che nessuno a Roma sa che c’è una causa civile, una CLASS ACTION “d’urgenza” promossa da 105 cittadini/e (sue compaesani/e) contro la Regione Lazio, la Burgo SpA, la Provincia di Frosinone e il Comune di Sora per attentato alla salute pubblica? Crede che a Roma non sappiano del rinvio a giudizio di 3 funzionari della Regione Lazio nel precedente procedimento penale istituito dalla Procura della Repubblica di Cassino?

D_ANDRIA_003

Ecco, io non so in cosa crede l’assessore all’ambiente M.P. D’Orazio che tanto ringrazia l’università di Cassino dall’aver TOTALMENTE ESCLUSO dal PAES proprio l’inquinamento industriale prodotto localmente, ad esempio quello prodotto da una turbogas che brucia + di 84 milioni di metri cubi di metano l’anno ( 10.000 metri3 all’ora). L’assessore a nome del Comune di Sora ha perciò inteso intervenire in quell’assise e dichiarare quanto riportato in articolo e cioè, che Sora è stata una delle prime città a recepire il Patto dei Sindaci… e la prima città a disattenderlo poi nei fatti, anzi con dolo.

D_ANDRIA_001

Poi ci meravigliamo che Sora e i sorani (politici) non godono di rispetto e riconoscimento nelle sedi più alte. Ci sarà un motivo. Chi crede perciò di prendere in giro l’assessore D’Orazio , i romani, noi COMUNITÀ INTELLIGENTE … o solo lei…?

D’Orazio…. NON SOSTENIBILE!

Maurizio D’Andria

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu