lunedì 10 dicembre 2012

Maurizio D’Andria (ECOLOGISTI – VERDI SORA): “Turbogas: 26 milioni e mezzo di fatturato l’anno, e i filtri no?”

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato a firma del Dott. Maurizio D’Andria (Ecologisti – Verdi Sora).

“Cari amici e care amiche, se tutto andrà bene… sarò candidato dagli ECOLOGISTI – VERDI alle Regionali di febbraio. Fossi rimasto nel Movimento 5 Stelle molto probabilmente sarei stato in lista per le “Parlamentarie”. Dunque non partecipo “per fare carriera”, giacchè, anzichè stare con partiti con percentuali più o meno elevate, mi trovate con gli ECOLOGISTI – VERDI che sono accreditati al 2,2% (in crescita), sebbene andare in Regione sia molto più di quanto io possa augurarmi. Però ci credo e spero che ci crediate anche voi (intendo ad una mia elezione in Regione Lazio).

Sapete che sono 5 anni che mi batto per far METTERE IN SICUREZZA LA TURBOGAS della Cartiera del Sole di Sora. Sapete che grazie al mio esposto alla Procura di Cassino si sta celebrando un processo penale contro l’ex direttore della cartiera e tre funzionari della Regione Lazio inquisiti con l’accusa di aver “omessa” l’applicazione del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (obbligatoria secondo il D.P.R. del 12 aprile 1996, all. A, B, D).

Dalla trasmissione REPORT di domenica 2 dicembre, a proposito dell’affare SERBIA – CENTRALI ELETTRICHE, ho ricavato che il prezzo di mercato di 1 MW/H (megawatt/ora) è pari a 50 euro. Secondo i dati dei Vigili del Fuoco e dei consulenti della Procura della Repubblica di Cassino, si può determinare che la potenza elettrica dell’impianto cogenerativo a disposizione della Cartiera del Sole è pari a 63,37 MWe (al 36,1% di rendimento elettrico su 115 + 60 Mw termici), dunque molto più dei 50 MWe che assegnerebbero la competenza alla Regione Lazio, lasciando però comunque l’OBBLIGO DI SOTTOPORRE ALLA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A.) l’impianto in questione. Viceversa, oltre i 50 MWE la COMPETENZA è in capo al MINISTERO DELL’AMBIENTE, sempre con OBBLIGO alla V.I.A.

Ma tornando ai SOLDI che Cartiera del Sole fa con la sola turbogas/cogenerazione (al lordo dell’auto consumo elettrico) avremmo: 50 euro x 63 MWe x 8.472 ore di lavoro/anno della turbogas = 26.686.800 euro di fatturato annuo. La Burgo ha dichiarato che tutto l’investimento effettuato è stato pari a 22 milioni di euro. In un anno perciò, sembrerebbe che abbiano ammortizzato tutto l’investimento effettuato e ci abbiano pure guadagnato 4 milioni di euro. In quattro anni di esercizio (dal marzo 2009), la Burgo SpA con l’impianto di Sora, avrebbe perciò fatturato al Gestore (ENEL) ben 106.747.200 euro.

Noi ECOLOGISTI – VERDI chiediamo che la Burgo SpA tenga in funzione la turbogas, ma metta i filtri anti PM2,5 del costo di circa 1 milione + costi di gestione. Chiediamo che la turbogas funzioni IN SICUREZZA fintanto che si produce la carta e che la turbogas venga immediatamente smantellata se la Cartiera del Sole un domani smettesse di produrre carta. Questa posizione garantista è finalizzata alla salvaguardia della SALUTE nostra e del LAVORO degli operai. Perciò, se mi mandate a quel paese (ROMA) a LAVORARE, io ci vado di corsa e farò del tutto affinchè la Burgo SpA metta i filtri alla turbogas di Sora, filtri che servono ad abbattere le polveri emesse, causa di tumori e malattie cardio respiratorie a noi e ai nostri figli (vedi caso Taranto).

Chiedo perciò a voi cittadini di Sora, Isola del Liri, Arpino, Broccostella, Campoli, Pescosolido e limitrofi e agli operai e al personale tutto della Cartiera del Sole di VOTARE ME (qualora fossi candidato) per assicurarci la salute e il lavoro domani. Una volta in Regione, posso continuare la battaglia PER LA SALUTE DEI CITTADINI DI SORA E LIMITROFI e per il LAVORO.”

Commenti

wpDiscuz
Menu