venerdì 25 luglio 2014

“Mezzogiorno di fuoco”: il Parco “Valente” a Sora, una storia infinita

Il 14 giugno 2013 Tersigni Ernesto, purtroppo Sindaco di Sora, pubblicava così sul sito Istituzionale: “Il Comune di Sora ha aggiudicato nei giorni scorsi l’appalto al Parco Valente, e con l’appalto lo abbiamo voluto valorizzare, per regalare un volto nuovo e maggiore sicurezza ad un luogo di ritrovo così importante per i giovani e le famiglie. Dando in gestione il giardino pubblico conterremo i costi sostenuti dall’Ente e miglioreremo la qualità del servizio.”

Oggi ad oltre un anno le parole del Sindaco si sono messe in fila a le tante promesse mai realizzate da una Giunta che ha finito anche per creare imbarazzo nei responsabili comunali che hanno firmato documenti in cui tempi e modalità non sono mai stati rispettati, uno tra tutti la firma di Eugenia Tersigni sotto l’Atto 7822 “Disciplinare di Gara” in cui ai sensi di quanto stabilito dal comma 10 dell’art. 11 e dal comma 1-bis dell’art. 241 del D. 12/04/2008 n. 163, come modificati dal D.Lgs 20/03/2010 n. 53 si evidenzia che : “il contratto sarà sottoscritto decorso il termine di 35 (trentacinque) giorni successivi alla comunicazione dell’aggiudicazione definitiva.”

Aggiudicazione definitiva avvenuta con determinazione dirigenziale R.G. n. 672 del 22/7/2013 con la quale si indicava nella soc. Coop. Mag, dell’allora Mosticone Alessandro poi divenuto Consigliere Comunale, la vincitrice della gara, per cui ad oggi sono 333 i giorni fuori dai termini di legge. Però ci viene difficile pensare che è SOLO responsabilità della Tersigni che non fa applicare ciò che firma o se la prende comoda, è evidente che dietro c’è anche un Sindaco che ha un modo di intendere i Bandi e le Gestioni che fanno pensare o ad un modo scellerato di affrontare gli appalti o a strane congetture e macchinazioni per cose che dovrebbero essere fatte con la massima trasparenza e attenzione.

Attenzione dovuta oltre alla società vincitrice, anche a quelle associazioni che hanno partecipato alla gara e non hanno vinto e CHISSA’ PERCHE’ non hanno ancora fatto nessun reclamo per una gestione che allo stato attuale non esiste. Con det. 318 del 17/12/2013 (ultimo accenno di vita da parte del Comune sulla questione) si approvava uno schema di contratto in cui sempre a firma dell’Eugenia Tersigni si precisava che la Mag doveva costituire:

a) cauzione definitiva di 20.500 euro, pari al 10% del valore degli investimenti per la riqualificazione dell’area e della manutenzione , a garanzia dell’esatto adempimento delle obbligazioni contrattuali;

b) garantire il pagamento del canone mediante polizza assicurativa/bancaria di euro 48.000;

c) stipulare polizza assicurativa per 2.000.000 euro.

Noi di Ci Siamo a questo punto vogliamo sapere se quanto richiesto è stato fatto dopo ben 7 mesi, ma soprattutto che valenza ha quello “schema di contratto” che sinceramente ci fa pensare più ad un gioco di parole che ad una intesa firmata da ambo le parti, per cui se ciò fosse vero perché non si fa rispettare? In tutto questo artificio dei vari Tersigni non possiamo dimenticarci di un parco alla deriva, abbandonato, certamente “non valorizzato”, “insicuro”, “senza volto”, ennesima dimostrazione che, nelle dovute proporzioni, se l’Ospedale fosse dipeso dal Sindaco Tersigni a quest’ora sarebbe sicuramente chiuso, in fila con il Ponte di San Rocco e quello di San Domenico.

Cresce il rammarico per non averlo affidato ad una cooperativa impegnata nel sociale, ed è dura mandare giù che piuttosto che favorire in quel parco una lodevole attività con giovani disabili la Giunta Tersigni abbia optato per il… nulla. Ben vengano allora i ragazzi di “Fuoriposto” che regaleranno quantomeno un po’ di vitalità nella serata del 26 luglio per un parco “dimenticato” ed inserito in un vortice di squallida politica, un po’ come questo paese che si sta abituando troppo spesso alle pagliacciate di chi invece dovrebbe mostrare un po’ più di serietà.

P.S. Opposizione se ci sei batti un colpo…

Press Release del Movimento Ci Siamo
a cura di Roberto Iacovissi speaker di Ci Siamo

Commenti