4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.394 VOLTE

Monte San Giovanni Campano: signora protesta in Comune lavorando all’uncinetto

Questa mattina (ieri ndr) subito dopo l’inizio della giornata lavorativa una signora della frazione Colli di Monte San Giovanni Campano si è placidamente accomodata in segno di protesta sulle scale interne del Municipio di Monte San Giovanni Campano e lì è rimasta fino alle ore 15.00 lavorando all’uncinetto. Sono intervenuti i Carabinieri della locale Stazione con il Maresciallo Cepparulo, gli uomini della Polizia Locale, l’Assessore Valter Mancini , gli attivisti del Meetup di Monte San Giovanni Campano a 5 Stelle ed altre persone in condizione di precarietà economica. Alla protesta si è unito poi il papà di un bambino “sofferente” che è dimenticato dalle Istituzioni Comunali. Non c’è stato verso di convincere gli astanti per farli desistere dalla pacifica ma vibrata protesta legata alla carenza abitativa, alla mancanza di lavoro e alle particolari condizioni di handicap fisico. Si rimprovera al Comune di possedere ben 5 alloggi abitativi nuovi di zecca destinati appunto alle emergenze abitative, di tenerli rigorosamente chiusi e quindi non fruibili. Il mancato utilizzo dei voucher di lavoro ottenibili anche dal quarto detraibile all’ammontare delle multe comminate dall’autovelox nonchè la noncuranza delle Istituzioni verso le persone disabili e/o temporaneamente disagiate in quanto reduci da licenziamenti e carenza di  opportunità lavorative. Alla fine la signora, letteralmente stremata dalla fatica addizionate dalla sua infermità è scesa a compromessi ed ha ottenuto l’interessamento dell’Assessore Valter Mancini per ottenere un incontro con i Servizi Sociali e l’Assessore ai Servizi Sociali mediati dal Sig. Domenico Battisti che oramai sostituisce buona parte di quegli uffici con le sue iniziative personali dettate dallo spirito Francescano.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu