12 mesi fa redazione@sora24.it
LETTO 7.725 VOLTE

Morte di Paride Nuzzo, indagato il 35enne padrone del cane

Martedì scorso è stata eseguita l’autopsia per accertare le cause che hanno portato alla morte di Paride Nuzzo, trovato il 19 Novembre dagli uomini della nettezza urbana di Sora in via Agnonello con dei morsi di animale sul corpo. Nel corso dell’esame sarebbero state rinvenute circa 14 ferite riconducibili ai morsi di un cane, di cui una più profonda al braccio. I risultati definitivi si avranno però solamente tra due mesi.

Risulterebbe indagato con l’accusa di omicidio colposo il 35enne padrone del cane, che secondo le ipotesi investigative avrebbe morso il pensionato 69enne. In attesa dei risultati medico-legali, le ipotesi sono due: Paride Nuzzo potrebbe aver avuto un infarto prima di essere morso, o potrebbe essere stato attaccato dall’animale e questo avrebbe causato l’attacco cardiaco che lo ha stroncato.

Per l’avvocato Marco Bartolomucci, che difende il proprietario del cane, non è scontato che i morsi rinvenuti sul corpo di Nuzzo siano compatibili con i denti del meticcio di taglia media del suo assistito, poiché nei pressi di via Agnonello vi sono anche altri cani, alcuni dei quali randagi.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu