5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 552 VOLTE

MOTOCICLISMO – Parravano Corse: grande ottavo posto alla 200 miglia di Imola presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Ottimo risultato del team Parravano Corse alla 200miglia di Imola. L’equipaggio formato dal centauro sorano Tonino Di Carlo, da Daniele Parravano, e dal siciliano Giovanni Mancuso, ha conquistato l’ottavo posto nella gara di Endurance Classic Bike di 4 ore, svoltasi Sabato 22 Settembre presso l’autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. La competizione raggruppava 2 campionati Endurance, sia quello Europeo che quello Italiano; le tante adesioni da parte dei piloti hanno fatto sì che il numero dei partecipanti fosse pari a 46. Pista nuova quella di Imola per il team Parravano Corse; ma proprio per questo più entusiasmante. Il trio appartenente al team sorano si è subito buttato a capofitto nelle prove libere del venerdi, a bordo della solita Ducati Pantah 820cc, con lo scopo di raggiungere la migliore messa a punto della moto, da replicare poi in gara.

Già nel pomeriggio, migliorando i tempi della mattina, il team Parravano Corse lanciava chiari messaggi agli avversari, in gran parte sconosciuti. Nella mattinata di sabato il primo turno di qualifiche ufficiali, ma i tempi non erano all’altezza del team: bisognava dunque trovare un set up diverso per la moto. Cosi facendo, nel secondo turno e nel terzo la situazione migliorava concludendosi con un tempo che valeva la nona fila.

Alle 15,30 scattava la gara ed il team Parravano Corse cambiava marcia: grazie ad una strategia diversa riusciva ad ottenere la quinta posizione già dai primissimi giri. Nessuno si aspettava di vedere una Ducati lì davanti subito dietro a “mostri” giapponesi come Kawasaki e Suzuki 1100cc . La piccola Ducati andava cosi forte da registrare tempi impressionanti (2’13’99) e tali da far entusiasmare gli spettatori ed i commissari di percorso.

Dopo circa un ora e mezza di gara un imprevisto ha rischiato di vanificare tutti gli sforzi del team: Daniele Parravano, in quel momento alla guida, cadeva nei pressi della Tosa; la moto terminava la sua corsa contro le protezioni, ma Daniele si rialzava cercando di ripartire per tornare al box. Riuscito nell’intento e sistemato il mezzo rientrava in pista più che mai determinato a recuperare terreno: da quel momento tutti i commissari di gara hanno iniziato ad incitare il trio Di Carlo-Parravano-Mancuso ad ogni passaggio. I piloti, allora, confortati anche dall’entusiasmo creatosi nell’autodromo, hanno recuperato posizioni su posizioni con tempi stratosferici e tagliato il traguardo in ottava posizione assoluta (seconda di classe). Terminata la gara, gli uomini del Parravano Team hanno “incassato” i complimenti di tutti i piloti avversari, ma soprattutto quelli del mitico Loris Capirossi, prensente nel paddock dell’autodromo.

La squadra sorana ha voluto dedicare la splendida prestazione di Imola alla sua Terra, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito affinché il sogno di gareggiare all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari divenisse realtà.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu