venerdì 11 aprile 2014

Movimento CI SIAMO: “A Sora usiamo i veri dissuasori… i vigili!”

«Il nostro Sindaco Tersigni ha pensato di “risolvere” il problema affittando alla ditta Globex Mvr di Perugia n. 20 cabine dissuasive per un periodo minimo di 12 mesi, con riscatto (e lì vorremmo capire…!) nella rata mensile di euro 2.000 + IVA, di cui la metà a carico della regione perché tutto inserito nel progetto PNSS di 600.000 euro e 300.000 che gravano sul Comune di Sora, del. 38 del 28.02.14»

«Ultimamente a Sora si parla solo di “dissuasori di velocità” e ovviamente pur di avere ragione si inventa. Noi del Movimento Ci Siamo pensiamo che ci siano altre priorità di discussione senza allontanarsi dal tema principale che è la sicurezza stradale.

Potremmo iniziare da un manto stradale pericoloso per via di buche infinite, oppure da una segnaletica oramai inesistente, oppure da “girotondi” promessi e dopo anni ancora non mantenuti, ma oggi parliamo di “DISSUASORI”, anche per fare un po’ di chiarezza sui costi e sulle necessità.

Tutto parte, è inutile girarci intorno, da un paio di strade urbane a ridosso della centro cittadino, stiamo parlando di via Cellaro e Villa Carrara, dove una serie di incidenti hanno definito “critica” la viabilità, fino a far approdare in Consiglio Comunale la necessità di prendere provvedimenti.

Il nostro Sindaco Tersigni ha pensato di “risolvere” il problema affittando alla ditta Globex Mvr di Perugia n. 20 cabine dissuasive per un periodo minimo di 12 mesi, con riscatto (e lì vorremmo capire…!) nella rata mensile di euro 2.000 + IVA, di cui la metà a carico della regione perché tutto inserito nel progetto PNSS di 600.000 euro e 300.000 che gravano sul Comune di Sora, del. 38 del 28.02.14.

img007

Per fortuna il Sindaco NON ci ha deliziato di quei dissuasori con piano rialzato che tanto stanno facendo impazzire (e discutere) Frosinone che oltre ad essere antiestetici procurano problemi per i mezzi di soccorso e cosa non da meno costano dai 7 agli ottomila euro l’uno e di questi tempi un po’ di economia non guasta.

Però al di là di costi, di omologazione sì o omologazione no, di un Ministero dei Trasporti che storce il muso fino a minacciare i sindaci con ricorsi alla Corte dei Conti, con il solito buco legislativo e che lascia libero arbitrio su quello che poi sarà un continuo ricorrere al Giudice di Pace per immaginabili controversie, noi ci chiediamo SE SIA DAVVERO INDISPENSABILE  affidarci a questi salsicciotti arancioni come deterrente per gli incidenti sulle nostre strade.

Noi non crediamo che basti questo, pensiamo che sia il solito provvedimento volto a rattoppare un problema che dovrebbe essere analizzato con più criteri e in altre forme, riteniamo anche eccessivo il numero delle cabine dissuasive per una città non eccessivamente grande come Sora, in alcuni tratti anche raddoppiati diventando oggetto di critica ministeriale.

Sulla strada ci sono troppe persone che guidano in condizioni non consentite dalla legge, droga e alcool su tutto, e dubitiamo che alla vista del “salsicciotto arancione” ci sia la presa di coscienza nel ridurre la velocità, in pratica non cambierà nulla e via Cellaro e Villa Carrara continueranno ad avere i loro incidenti e i loro feriti, purtroppo.

Le responsabilità si sommano, partono dal basso per finire in alto, dove la responsabilità di una Polizia Municipale è fin troppo lampante perché è sotto gli occhi di tutti la poca presenza di vigili nei vari quartieri di Sora. Noi del Movimento Ci Siamo abbiamo monitorato in una settimana gran parte delle strade urbane e Ci Siamo resi conto che a fronte di decine e decine di vigili in organico al Corpo dei Vigili Urbani di Sora  se ne vedevano in tutto 3 o 4 al massimo e concentrati in un paio di posti.

Chiamateci quando vedrete un vigile nella zona di San Rocco a ridosso delle scuole e nell’ora di punta delle 13 dove vige il parcheggio da far-west e che crea un ingorgo con chi viene dalla Selva e con l’uscita del Ponte di Vaughan, ma chiamateci anche quando QUELLE 2 STRADE, CELLARO E VILLA CARRARA,  saranno oggetto di presenza di vigili che scongiureranno al posto di inutili, costosi, problematici dissuasori di velocità, andature eccessive da parte di persone che mettono in pericolo la loro vita e quella degli altri.

Noi invitiamo il responsabile della Polizia Municipale a rendicontarci sulla presenza dei vigili urbani di Sora perché ai nostri occhi non c’è l’adeguato riscontro.

Per quanto riguarda i dissuasori di velocità pensiamo solo che non risolvano il problema. Pensiamo oltre ad una presenza costante dei vigili ad una educazione stradale più convincente, a cominciare dalla scuola, e una tolleranza zero verso chi guida in condizioni non idonee.

Alle porte di Cassino, sulla superstrada provate a vedere un autovelox tutto incappucciato con plastica nera e reso inefficace, poi guardate dall’altra parte della strada e noterete una croce e la foto di una ragazzo che ha avuto la sfortuna di trovarsi davanti uno che ha inchiodato alla vista della cabina. A Sora ci manca solo questo….»

Press Release del Movimento Ci Siamo a cura di Roberto Iacovissi  speaker Ci Siamo

Commenti

wpDiscuz
Menu