4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.292 VOLTE

Movimento CI SIAMO: “Chi ha svegliato Antonio Lecce?”

Il Movimento CI SIAMO replica al comunicato stampa del consigliere delegato Antonio Lecce (clicca qui per leggerlo).

“Come Movimento Ci Siamo rispondiamo subito al consigliere Antonio Lecce, perché al delegato al commercio di Sora e al CCN rispondiamo il 2 novembre, il giorno dei morti… Che altra data potremo scegliere se non quella che testimonia il lutto per un settore, come il commercio sorano, che un Dostoevskjj destinerebbe al suicidio, oppure per un Centro Commerciale Naturale già di per sé defunto con questa amministrazione. Non è stato forse Lei, consigliere Antonio Lecce, a presiedere il De Profundis per Sorattiva e il suo CCN all’inizio di quest’anno con un numero di commercianti racchiuso nelle dita di una mano, quando l’anno scorso proprio Lei voleva mettere in liquidazione il Consorzio se non vi erano nuove adesioni? Per non parlare della Consulta, moribonda anch’essa… !!! Per non parlare di come è ridotta questa cittadina, che conta 2 negozi su 3 chiusi, e sarà sicuramente per un effetto crisi, ma sarà anche perché non esiste nessuna programmazione valida ad aggirarne anche in minima parte l’effetto domino.

E se dobbiamo dirla tutta, se dobbiamo parlare di nave che affonda, non possiamo dimenticare chi la comanda e chi lo ha posto a questo comando.
La colpa ricade su l’Amministrazione Tersigni, rea, tra tante altre colpe, di averci imposto in un settore tanto delicato una persona che ha fatto ben poco, perché Lei Avv. Lecce su cosa fare del commercio sorano non ne ha assolutamente nessuna idea. Dopo tanto tempo di dolce  far niente misto ad un dolce sognare, chi sarà stato a svegliarla? Non ci dica che siamo stati noi di CI SIAMO, perché Lei si riferisce al nostro comunicato di maggio e sebbene il suo sonno fosse profondo il tempo di reazione ci sembra eccessivo… cosa la turba? Forse le voci di tanti commercianti “morti” che le arrivavano nel sonno e chiedevano un sussulto, una palpitazione, ma anche una ragione? Forse il desiderio di dare le sue colpe a qualcuno o a qualche Ente (vedi Regione) più grande del suo Comune, della sua Giunta… forse un rigurgito nel sonno gestito male… L’unica cosa che Lei avrebbe dovuto fare, allontanando Morfeo, era di chiudere un CCN diventato ramo secco e su cui impiegare soldi sarebbe stato solo un inutile spargimento di sangue.

Lei ha ragione quando dice che il CCN non è un Ufficio Turistico, ma questo non deve dirlo a noi di CI SIAMO, che sapendo ciò ne abbiamo chiesto spiegazioni. Lei lo deve contestare alla sua maggioranza, che con delibera n. 289 del 3/10/2012 ha destinato 5.000 euro “ALL’APERTURA QUOTIDIANA DI UN PUNTO DI INFORMAZIONE TURISTICA E DI ASSISTENZA AGLI OPERATORI COMMERCIALI ALL’INTERNO DELLA SEDE DEL CCN, SITA IN CORSO VOLSCI, 1” …testuali parole scritte in italiano, confermate dalla determina 53 del 31/12/2012. E la determina è, avv. Lecce, un mandato di pagamento, e ci dia Lei la prova che non è stato pagato, così almeno ci mettiamo l’animo in pace e si tranquillizza l’ambiente, a meno che Lei, avv. Lecce, non si inventi che la sede del CCN-SORATTIVA sia aperta come Ufficio Turistico dal giorno 31/12/2012 e tutti a Sora sanno che così non è….

Lei dott. Lecce è avvocato e forse dovrebbe sapere meglio di noi se esiste un illecito, nel caso fosse stato pagato, ma da come scrive questo non è successo. Ci faccia sapere perché esiste l’impegno di spesa di euro 5.000 allo specifico intervento 1110505/7 del Bilancio di Previsione 2012 a favore della CCN, con f. imp. 3473/2012 i. 1110505/7… tutto fa pensare l’opposto e chiedere gli Atti sarebbe inutile per noi di CI SIMO, perché sarebbe da parte vostra un ennesimo rifiuto (ne abbiamo collezionati 3 su 3) per una “trasparenza” che questa Amministrazione si mette sotto i piedi, destando una montagna di sospetti. Non vorremo però che alla fine tutto fosse fatto a sua insaputa e forse è meglio per Lei dire che non ha capito, del resto non ha capito neanche quello che come CI SIAMO abbiamo evidenziato. E lasci stare di dare la colpa alla Regione, rea di non finanziare più i CCN (se non altro perché non più previsto), si guardi un po’ in giro, getti lo sguardo in altri Comuni (dove al settore Commercio c’è gente che lavora…) e vedrà che in alcune realtà sono stati chiusi da tempo, in altre funzionano e si gestiscono in modo autonomo…

Se tutta la sua politica di intervento in questo settore così provato dalla crisi è aspettare i soldi dalla Regione per rilanciare il CCN, allora stiamo messi veramente male. Lei avv. Antonio Lecce, insieme al CCN, a Sorattiva, a una Consulta con tanti punti interrogativi, all’Ufficio Turistico mai aperto, sta colando a picco, in un sonno senza ritorno, il guaio è che si sta trascinando la parte buona del commercio sorano, e questo noi sorani, noi di CI SIAMO non lo possiamo tollerare, è ora di tagliare il filo, è ora di svegliarsi, ma questo, non si preoccupi, riguarda i sorani, non Lei.

Movimento CI SIAMO

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu