6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 377 VOLTE

Nasce a San Donato il Museo di Arte Contemporanea

Venerdì 17 giugno, alle ore 17.30, presso la sede del Municipio di San Donato Val di Comino, si terrà l’inaugurazione del Museo di Arte Contemporanea voluto e diretto dal Centro Studi Civis. Il nuovo polo museale, oltre a raccogliere le opere più emblematiche dei molti artisti coinvolti nelle attività espositive del Centro Studi Civis nei suoi diversi anni di attività culturale, si proporrà anche e soprattutto come punto di riferimento per nuove e importanti iniziative legate all’arte contemporanea, a sancire il prosieguo di un percorso affascinante e complesso, volto a dare voce e visibilità alle molte e rilevanti figure ed espressioni del territorio, di ieri di oggi e di domani, poiché «l’espressione di ciò che esiste è un compito infinito». Il Presidente Onorario di Civis, Augusto Pigliacelli, commenta così l’importante iniziativa: “Sono davvero felice ed emozionato di poter presenziare a questo evento, che si colloca alla perfezione nel solco che abbiamo voluto creare per coniugare l’amore per l’arte a quello per il territorio. Colgo l’occasione per rivolgere, di vero cuore, un ringraziamento al Sindaco di San Donato Antonello Antonellis e a tutta l’amministrazione comunale, per aver risposto con grande tempestività ed entusiasmo alla richiesta che il Centro Studi Civis ha voluto inoltrare, per aprire un punto espositivo fisso e ben riconoscibile. Non posso non tributare un ringraziamento, inoltre, a tutti i bravissimi artisti che hanno voluto mettere a disposizione del museo le loro opere. La Valle di Comino rappresenta una vera e propria perla naturalistica e turistica, che nel mio cuore ha sempre occupato un posto molto speciale: sono certo che anche grazie a questa iniziativa daremo il nostro contributo per renderla ancora più bella ed appetibile per tutti gli interessi”. Lorenzo Di Nicuolo, Presidente del Centro Studi Civis, ha sottolineato che “l’apertura del punto museale a San Donato Val di Comino rappresenta un momento di grande crescita artistica e culturale per tutto il territorio. Il mio auspicio è che in futuro in molti vogliano accostarsi a questa realtà, con particolare riferimento al mondo giovanile, così bisognoso di nuovi punti di riferimento”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu