6 anni fa

Non c’è pace per Anito. Il mandriano rinviato a giudizio col papà di Striscia la notizia

In seguito alla denuncia del sindaco di Castelliri , Francesco Quadrini assistito dall’avvocato Calogero Nobile, Anito De Gasperis è stato rinviato a giudizio per diffamazione. Insieme al Mandriano di Castelliri è stato a giudizio per omesso controllo anche un vip d’eccezione, Antonio Ricci, il papà di Striscia la notizia di cui è il direttore responsabile.

Tutto nasce dall’arrivo in Ciociaria di Capitan Ventosa e la messa in onda sul tg satirico Mediaset della intricata contesa tra Anito e i suoi concittadini sulle fide pascolo e degli usi civici sul territorio del comune di Castelliri. Il primo cittadino non ha gradito alcune frasi folcloristiche che il Mandriano ha rivolto nei suoi confronti tramite i microfoni di Striscia.

Dopo che l’exploit di Anito, immortalato da Striscia è diventato un cult sul web, la vicenda è arrivata anche nelle aule di tribunale. Il gip di Cassino, Donatella Perna, infatti ha deciso di rinviare a giudizio sia il Mandriano che Antonio Ricci. La prima udienza è fissata per il 27 settembre. Ma – al di là dell’ultima appendice giudiziaria – dopo che 10 anni di liti, denunce e tribunali sembra non aver fine l’intricata vicenda degli sconfinamenti della mucche di Anito su terreni privati e nel bosco comunale. Solo pochi mesi fa diversi capi di bestiame hanno attraversato la superstrada Sora-Frosinone mettendo a rischio la viabilità e l’incolumità degli automobilisti. Il comune di Castelliri ha deciso la chiusura del pascolo nel bosco per tre anni. Ciononostante le mucche a quanto pare sono ancora lì. Nonostante Capitan Ventosa…

Il direttore responsabile di Sora24 – SACHA SIROLLI

Commenti

wpDiscuz
Menu