23 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 450 VOLTE

“Non farti più calpestare”: Domenica 25 Novembre Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

L’associazione Risorse Donna Onlus da molti anni è al fianco delle donne in difficoltà e/o vittime di violenza. Durante i due anni di attività del centro antiviolenza “Stella Polare” le operatrici hanno raccolto la denuncia di 56 donne che direttamente o indirettamente si sono messe in contatto con l’ente per dare voce al loro disagio. Il servizio ha dato l’opportunità a numerose donne di allontanarsi dal luogo in cui la violenza si consumava, di rifarsi una propria vita, di mirare all’indipendenza economica, alla cura di se stesse e dei propri figli.

Nella casa famiglia “Stella Polare” sono state ospitate durante questi 2 anni 8 donne e 4 bambini offrendo loro sostegno in un ambiente protetto lontano da ogni forma di violenza e discriminazione. Purtroppo alla vigilia del terzo hanno di attività la responsabile del servizio da il triste annuncio della chiusura della casa famiglia e di tutta la parte dedicata all’ospitalità. Con amarezza l’unico centro antiviolenza presente sul territorio è costretto a chiudere per mancanza di fondi e di sostegno da parte delle autorità competenti. Un grido silenzioso quello delle donne che periodicamente si rivolgono al servizio, ascoltato e compreso soltanto dall’Assessore alle Pari Opportunità Maria Paola D’Orazio che si è adoperata più volte con i mezzi a sua disposizione alla chiusura della Casa famiglia e alla ricerca di soluzioni alternative.

Il lavoro svolto dal Centro antiviolenza in questi anni è stato ingente, come imponente è la mole di dati raccolta. Si rende noto che la maggior parte delle richieste di aiuto sono pervenute dal distretto C (Sora) 54%, un buon 25% delle richieste sono pervenute invece dal distretto D (Cassino). Le restanti richieste dai distretti A (Anagni-Alatri) e B (Frosinone). Non sono mancate le richiesta dai territori fuori Regione; Umbria, Toscana e Puglia.  Le forme di violenza più diffuse sono quella fisica e psicologica che si collocano in un  quadro più ampio di violenza perpetrato nell’ambiente domestico ad opera di ex-mariti o compagni (73% del campione).

La chiusura dell’unico Centro Antiviolenza della Provincia di Frosinone è un fatto gravissimo, una sconfitta per l’intero territorio, che toglie la possibilità alle donne vittime di violenza di avere uno spazio fisico e mentale dedicato alla risoluzione delle proprie difficoltà. Una sconfitta per i diritti umani, per le istituzioni, per il lavoro svolto e per i percorsi avviati con alcune donne non portati ancora a completamento. Lo sdegno per tale situazione è stato accolto dall’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sora Maria Paola D’Orazio che si è opposta alla completa chiusura del servizio, mettendo a disposizione uno spazio per l’apertura di uno sportello antiviolenza all’interno del Comune,offrendo così la possibilità ai percorsi già avviati di proseguire pur  dovendo comunque rinunciare alla  parte dell’ospitalità. Il rammarico rimane quello di dover assistere alla chiusura di un servizio che funziona e che ha dato numerosi risultati in questo anno.

In tale clima, le operatrici del centro antiviolenza non demordono e tentano ugualmente di portare avanti la battaglia contro la violenza sulle donne. E’ infatti in programma il 25 novembre 2012 la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, giornata informativa e di sensibilizzazione che si terrà a Sora. La giornata avrà inizio alle ore 15.00 presso l’auditorium Vittorio De Sica, piazza Mayer Ross, Sora, con una conferenza che vedrà l’intervento dell’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sora Maria Paola D’Orazio, Alessandra Alonzi, Autrice de libro “Tutti i colori della vita“ e  la sig. Nadia Gabriele operatrice presso il pronto soccorso dell’Ospedale S.S Trinità di Sora, che illustrerà l’incidenza dei casi emersi sul posto di lavoro. Alle ore 16.00 avrà luogo la seconda parte dell’evento in piazza S. Restituta dove con l’aiuto di diverse associazioni si affronteranno diversi aspetti inerenti il tema “donna e salute”. Ad attendervi ci saranno :

  • Centro antiviolenza stella polare, con materiale informativo sul servizio, gadget,  premi e con il lancio della nuova linea di cosmetici a supporto del progetto stella polare;
  • Iannuccelli Parrucchieri, che con diverse iniziative sta appoggiando la campagna di sensibilizzazione per il contrasto al fenomeno della violenza e che in questa giornata donerà prodotti e gadget a tutte le donne;
  • il centro di radiologia ed ecografia Sant’Alessandro Sora, che regalerà buoni e sconti per effettuare visite di prevenzione;
  • La scuola parrucchieri di Agenzia Provinciale Frosinone Formazione, che effettuerà gratuitamente acconciature e illustrerà l’importanza della formazione per un futuro lavorativo e quindi per la creazione di un’indipendenza economica;
  • L’associazione Acat Ciociaria con materiale informativo sui danni alcol-correlati nella donna ;
  • L’associazione Modavi che si occupa di sessualità, adolescenza e rischi legati alla dipendenza affettiva;
  • Animazione per bambini a cura della ludoteca “Billina La Gallina nel mondo di Oz”.

A quanti parteciperanno verranno rilasciati gadget, buoni e opuscoli informativi.

httpv://youtu.be/2pdN9WTCpGM

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu