1’ di lettura

COMUNICATO STAMPA

Nuovo direttore scientifico museo: per M5S Sora modalità di selezione «inopportuna e poco lungimirante»

«L’individuazione del candidato idoneo, sottolinea De Vittoris, avverrà discrezionalmente – sulla base della valutazione dei titoli – per mano del dirigente del settore cultura, in barba ai più basilari criteri di trasparenza, selettività e concorrenza a cui la Pubblica Amministrazione dovrebbe tendere».

«Con deliberazione di Giunta n°9 del 13/01/2021 l’Amministrazione comunale ha predisposto un avviso pubblico atto all’individuazione di un direttore per il Museo civico cittadino. Tutto normale hanno chiosato dalla maggioranza, se non fosse che l’incarico in questione verrà affidato a titolo gratuito ad un professionista in quiescenza, per la durata massima di un anno e l’individuazione del candidato idoneo avverrà discrezionalmente – sulla base della valutazione dei titoli – per mano del dirigente del settore cultura, in barba ai più basilari criteri di trasparenza, selettività e concorrenza a cui la Pubblica Amministrazione dovrebbe tendere.

Sebbene la modalità di individuazione del direttore scientifico sia normativamente legittima, risulta essere inopportuna e assolutamente poco lungimirante sotto il profilo politico ed amministrativo. In primo luogo, anziché prediligere giovani e professionisti alla direzione scientifica museale si è optato per figure in pensione e che prestassero servizio senza remunerazione alcuna, come se il settore dell’arte e della cultura campasse d’aria e possa prestarsi alla gratuità. In secondo luogo, la scelta di una figura in quiescenza implica che, come la legge disciplina, questa non possa esercitare le proprie funzioni per più di un anno e che il suo incarico non sia rinnovabile.

In tale maniera viene meno la lungimiranza progettuale e continuativa di cui il museo avrebbe bisogno. L’ultima considerazione riguarda l’aspetto amministrativo: se come si legge nella delibera “… l’incarico in esame avrà durata limitata in vista di ulteriore avviso pubblico, ordinariamente retribuito …” ci chiediamo perché non ci si sia mossi anzitempo per la messa a punto di un bando puntuale e di più ampia portata. Ricordiamo all’Amministrazione comunale che il reperimento di risorse, fermo restando la limitatezza finanziaria dell’Ente, non è che una chiara scelta politica, quella cioè di destinare fondi ad altre priorità. Inoltre, la finestra per applicare al bando è di soli 15 giorni, un tempo troppo limitato per un avviso pubblico di selezione. Ci auguriamo che in futuro non si ripetano ulteriori sviste».

Per il gruppo a sostegno del M5S Sora Benedetto De Vittoris