3’ di lettura

Oggi pomeriggio in diretta streaming il Webinar su Cicerone: modera e conduce Valeria Altobelli

Questo evento vedrà, la partecipazione delle istituzioni, di personalità del mondo accademico ed associativo di primissimo valore, in un percorso che cercherà di far comprendere il più possibile la genialità e la contemporaneità del pensiero ciceroniano, anche da punti di vista diversi ed inattesi.

“Sappi che io sono nato proprio qui…”: Cicerone, luoghi e percorsi. Oggi pomeriggio in diretta sulla pagina Facebook “Certamen Ciceronianum Arpinas”. Modera e conduce, Valeria Altobelli. Di seguito la locandina con tutti i partecipanti.

Cicerone è considerato come uno dei più importanti uomini politici romani del I secolo a.C., ma la sua fama è giunta fino a noi grazie soprattutto alla sua straordinaria eloquenza e ai suoi scritti, che hanno costituito un modello per i posteri.

Figura politica di spicco nell’ultima fase della Repubblica romana, oratore insigne, filosofo e cultore della grecità a Roma, Cicerone consegna alle epoche successive un lascito di valori, morali, linguistici ed estetici in senso lato, che ha letteralmente forgiato la cultura occidentale.

È sufficiente, per rendersene conto, gettare un rapido sguardo alla storia degli studi ciceroniani che, oltre alla enorme scholarship esistente sulle sue opere e il suo pensiero, include l’impatto di Cicerone sul Medioevo, l’Umanesimo, la Riforma, l’Illuminismo, l’età moderna e industriale, per concludersi con il liberalismo americano. D’altra parte, il corpus delle opere retorico-giudiziarie e filosofiche di Cicerone è tradotto e ritradotto in tutte le lingue moderne e rappresenta ancora, come ha rappresentato per secoli, l’humus della formazione umanistica.

Questo secondo aspetto è particolarmente significativo, perché fa del grande scrittore romano non solo l’oggetto di esclusivi, benché importanti, interessi accademici, ma la componente primaria del nostro modo di pensare e parlare, di intendere il diritto, il consorzio umano e la storia.

Cicerone è il primo grande autore che rende possibile l’incontro tra la latinità a lui contemporanea e il mondo classico greco, ed è quindi il primo maestro che ci insegna a guardare al passato, trascegliendo il meglio di esso per renderlo attuale.

In aggiunta, Cicerone rappresenta, al di là della sua pur immensa personalità individuale, Roma, nel passaggio dall’età repubblicana, con i suoi valori morali e costituzionali, all’età dell’espansione imperiale che si rivela sempre più un’epoca di ripensamento dei confini e della coesistenza di etnie e religioni”.

Questo enorme lascito culturale, ci impone una doverosa tutela anche dei luoghi che videro i suoi natali recuperandone l’altissimo valore simbolico. Marco Tullio Cicerone, è il  genius loci del territorio all’interno del quale è posto il sito dell’Abbazia Cistercense di San Domenico di Sora. Lo scrittore romano, infatti, rievocando con affetto il paesaggio circostante e la casa in cui è nato, descrive con precisione l’isola di Liri ed il punto di confluenza dei fiumi Liri e Fibreno (De legibus, II 1-6), allora appartenenti al territorio di Arpino.

I luoghi della memoria fissano, pertanto, un evento memorabile ed acquistano un significato che va ben oltre lo spazio circoscritto e la comunità che lo abita. Essi possono essere una forte occasione per recuperare una storia troppo spesso trascurata e stimolo per costruire una nuova visione del futuro, dell’intera area, che trovi slancio nella cultura come cardine dello sviluppo.
Per questa ragione l’architetto Diego Collareda, membro del Comitato Esecutivo per Arpino Capitale Italiana della Cultura 2022, in collaborazione con l’Architetto Luca Calselli,  Responsabile del Progetto Arpino Capitale Italiana della Cultura 2022 e l’Assessore alla Cultura Avvocato Niccolo’ Casinelli, ha ideato un incontro online, webinar, sul figlio più importante del territorio, il suo pensiero politico e i luoghi dove era la sua casa.

RELATORI

Ermanno Malaspina
“Cicerone, un filosofo per i politici di oggi”
Professore Ordinario di Lingua e Letteratura Latina all’Università di Torino
Presidente del Comitato Scientifico del SIAC – Société Internationale des Amis de Cicéron

Mario De Nonno
“Angosce e speranza dell’animo umano: Cicerone e le risposte della filosofia greca”
Professore ordinario di Lingua e Letteratura latina, Università Roma Tre
Presidente della Consulta Universitaria di Studi Latini

Paolo De Paolis
“Cicerone ed il vuoto dell’esilio: una riflessione tra antico e moderno”
Professore ordinario di Lingua e Letteratura latina, Università di Verona
Vice-Presidente del Centro Studi Umanistici Marco Tullio Cicerone di Arpino

Francesca Alesse
“Educazione ed etica”
Primo Ricercatore ILIESI-CNR
Membro del SIAC – Société Internationale des Amis de Cicéron

Debora Bovenga
“Cicerone ed il Parco Letterario: nuovi modelli di promozione e valorizzazione territoriale”
Avvocato – Promotrice del Progetto Parco Letterario Cicerone e la Via dell’Acqua,
Responsabile Affari Legali e Cultura di Scorrendo con il Liri

Condurrà e modererà
Valeria Altobelli: Gruppo di Sviluppo per il Progetto di Arpino Capitale Italiana della Cultura 2022

INTERVERRANNO:
Roberto De Donatis: Sindaco di Sora
Renato Rea: Sindaco di Arpino
Massimiliano Quadrini: Sindaco di Isola del Liri
Luca Calselli: Responsabile del Progetto di Arpino Capitale Italiana della Cultura 2022
Niccolò Casinelli: Assessore alla Cultura di Arpino 2022
Diego Collareda: Comitato Esecutivo per il Progetto di Arpino Capitale Italiana della Cultura 2022

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Farmacia Sciarretta

Il servizio consiste nella consegna gratuita dei farmaci a domicilio.

Jolly Group

Una nuova stagione è appena cominciata, una squadra ambiziosa è pronta a regalarci grandi soddisfazioni, una società seria e appassionata merita tutto l'appoggio necessario.