14 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 616 VOLTE

Ospedale: per il Pd di Sora Mastrobuono fa il contrario di quello che dice Zingaretti

Il reparto di ortopedia di Frosinone che ha a disposizione ben 13 medici, nel 2013 ha fornito 974 prestazioni di reparto, mentre ortopedia di Sora, con 4 medici ne ha erogate nel medesimo periodo 904

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del circolo del Partito Democratico di Sora

«Dall’incontro tenutosi il 23 giugno scorso tra il Presidente Zingaretti e i Sindaci del nostro comprensorio è trascorso molto tempo, anzi troppo, senza che l’ospedale di Sora abbia visto realizzate anche una minima parte delle promesse date dal Presidente della Regione Lazio. Dai confronti avuti con i vari responsabili dei settori sanitari interessati abbiamo rilevato che il problema scaturisce da responsabilità politiche, ma, a nostro avviso, anche e soprattutto da responsabilità della Direzione generale della ASL, che continua ad avere una condotta apposta alle linee garantite da Zingaretti.

Invero non riusciamo a comprendere la logica seguita, atteso che i dati relativi ai numeri ed ai servizi forniti dal nostro ospedale lo figurano con un elevatissimo grado di efficienza e di qualità, specie se rapportato all’insufficiente numero di operatori sanitari presenti e soprattutto se confrontato con altre realtà sanitarie locali e regionali. Non si comprende come mai, ad esempio, il reparto di ortopedia di Frosinone che ha a disposizione ben 13 medici, nel 2013 ha fornito 974 prestazioni di reparto, mentre ortopedia di Sora, con 4 medici ne ha erogate nel medesimo  periodo 904, con evidente maggiore produttività per singolo medico in favore di Sora. Come mai il reparto di ortopedia di Sora viene chiuso trasferendo a Cassino due dei nostri ortopedici, mentre Frosinone risulta impossibilitato a spostarne due o tre per evitare la chiusura di Sora? Di queste circostanze e di altre dovrà darne conto oltre che la direzione generale anche il responsabile della struttura complessa di ortopedia della ASL di Frosinone.

Non vogliamo fare confronti o operazioni di campanilismo, in quanto riteniamo che la sanità della nostra provincia debba vedere tutte le forze presenti sul territorio coalizzarsi per ottenere quanto ci spetta per il nostro legittimo diritto alla salute. L’obiettivo nell’immediato è quello di ottenere subito la riattivazione del reparto di ortopedia di Sora, la soluzione della emergenza del reparto di pediatria e, in vista dell’atto aziendale che si terrà il prossimo settembre, avere impegni scritti che garantiscano il Dea di I^ livello per il nostro ospedale ed il conseguente potenziamento di tutti i reparti, specie di quelli in maggiore sofferenza.

Sino ad oggi abbiamo apprezzato le prese di posizione e l’interessamento di tutti i vertici politici del nostro territorio e ringraziamo in particolare gli esponenti del nostro partito, che si sono spesi per sostenere le nostre ragioni e quelle di una efficiente sanità provinciale. Probabilmente, però, tutto questo non è bastato per sbloccare il meccanismo burocratico per il raggiungimento dell’obiettivo. Chiediamo, pertanto, a tutti i vertici del nostro partito, sia a livello provinciale sia a livello regionale, nonché a tutti i nostri rappresentati parlamentari e regionali, di effettuare un cambio di marcia, per garantire subito un positivo e fattivo riscontro alle istanze sanitarie che provengono dal nostro circondario ed in particolare per dare la giusta risposta a tutti coloro che hanno dato e continuano a dare fiducia al PD, come dimostrato dai risultati ottenuti alle ultime europee. Meritiamo e pretendiamo attenzione e risposte immediate. Nel mentre continueremo a porre in essere tutte le iniziative a nostra disposizione per la difesa dell’ospedale di Sora e diamo la nostra adesione alla manifestazione prevista per mercoledì prossimo 16 luglio, promossa dal Dott. Augusto Vinciguerra, invitando tutti a partecipare».

Il circolo PD di Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu