venerdì 15 agosto 2014

«Papà, chi è Alberto La Rocca?»

«Papà, chi è Alberto La Rocca?». Le domande di un bambino di 7/8 anni ti colgono quasi sempre di sorpresa, bisogna documentarsi per non fare brutta figura, guai a deludere il piccolo! Qualche giorno fa a Montecassino si è svolta la commemorazione del carabiniere sorano Alberto La Rocca, trucidato dai tedeschi durante la 2a Guerra Mondiale. Quest’anno, come molti sanno, si festeggia il bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, e tra le tante iniziative non potevano certo mancare quelle riguardanti il ricordo dei militari decorati di Medaglia D’Oro al Valor Militare, Valor Civile e al Valore dell’Arma.

La notizia della cerimonia, riportata da tutti i quotidiani locali, ha suscitato la curiosità del bambino, che ha posto il suo quesito dopo aver sbirciato tra le pagine del giornale di papà, a sua volta intento a leggere un altro pezzo. I due, seduti su una panchina del vialetto del Campo Boario, non sapevano che di fronte, sull’altra panchina, c’era il sottoscritto ben nascosto dietro al “Corriere”.

Il papà, per sua fortuna ferrato in materia, ha ripiegato il giornale ed ha cominciato a parlare partendo dal resoconto storico: «Alberto La Rocca ha sacrificato la sua vita per salvarne dieci, Francesco (nome di fantasia, ndr), ha fatto una cosa davvero grande, la più grande che un uomo è in grado di fare. La guerra stava per finire, Alberto era quasi al sicuro dai tedeschi che volevano catturarlo perché stava dalla parte della popolazione. Poco prima di varcare la linea di combattimento ed essere quindi in salvo, venne a sapere che i tedeschi avrebbero ucciso dieci civili se non si fosse consegnato entro poche ore, così tornò indietro ed andò incontro alla morte. Aveva solo 20 anni».

Al bambino la questione non è sembrata molto chiara, difatti ha ribattuto subito con altri due quesiti: «E perché i tedeschi lo hanno ucciso? E perché i tedeschi volevano uccidere dieci persone?». A quel punto l’uomo ha tolto i panni del cronista storico ed ha indossato quelli di padre: «La guerra è la cosa più brutta che c’è, Francesco. Queste tue domande sono le stesse domande che tanta gente si posta per 70 lunghi anni ed alle quali ancora non riesce a rispondere. All’epoca dei fatti, però, il tempo per porsi tali quesiti non c’era: bisognava agire e basta, ragionare velocemente con il cuore, non lentamente con la testa. La mente, difatti, ha paura e rallenta vigliaccamente, il cuore invece è veloce ed avanza coraggiosamente. Tanta gente ha agito con il cuore in quegli anni, incurante dei rischi a cui andava incontro. Quelle persone hanno ricostruito l’Italia prima ancora che venisse ricostruita. Tutto quello che abbiamo oggi e che durante la guerra non avevamo lo dobbiamo a chi ha sacrificato i suoi vent’anni per darli a me ed anche a te. Alberto La Rocca è andato incontro alla morte per permetterti di vivere liberamente. Per questo tu devi sempre ricordarti di lui quando passi davanti alla caserma dei Carabinieri laggiù (i due erano curiosamente seduti sulla panchina che dà le spalle a Borgo S.Nicola per intenderci) o davanti alle sue spoglie al cimitero. Fermati, donagli un po’ del tuo tempo, perché lui, il suo, te lo ha donato tutto. Non dimenticarlo mai».

Il bambino, un po’ intimorito per la serietà con cui il papà gli ha parlato, da quel momento in poi non ha più ribattuto. Ho alzato lo sguardo oltre le pagine del mio giornale per osservarlo furtivamente: inizialmente era pensieroso, sicuramente un po’ turbato. Poi, con il tipico entusiasmo dei bambini, ha guardato verso la caserma “Alberto La Rocca” e dopo un minuto abbondante ha sorriso. Chissà, forse proprio in quel momento era germogliato nel suo cuore il seme dell’altruismo, unica qualità in grado di dare un senso, in ogni contesto, alla vita terrena delle persone.

Lorenzo Mascolo

Sergio Cippitelli

Commenti

1978/2018: D'Arpino e Pantano festeggiano 40 anni di Passione per la casa! A Febbraio sconti dal 10% al 50%

Devi rinnovare il tuo bagno? Problema risolto! Ecco una soluzione pronta per te, ma attenzione: è valida solo fino alla fine del mese!

Domenica 25 il presidente Zingaretti al Palasport di Broccostella per sostenere Sergio Cippitelli

Il capolista di “Centro solidale” per Zingaretti: «I cittadini premieranno l’alleanza del fare». L'evento si svolgerà a partire dalle 16:30.

Maltempo - Scuole chiuse in diversi comuni, ecco quali
16 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Fosinone e la Ciociaria si avvicinano all’ora x. L’ora indicata dalle previsioni meteo fatta di grande freddo, ...

ALLERTA NEVE - Scuole chiuse domani a Sora. Ecco i dettagli dell'Ordinanza del Sindaco
17 ore fa

SORA24 - Con Ordinanza n. 8 del 25 febbraio 2018 il Sindaco Roberto De Donatis ha disposto la chiusura degli istituti scolastici pubblici e privati ...

Maltempo - Scuole chiuse in diversi comuni, ecco quali
16 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Fosinone e la Ciociaria si avvicinano all’ora x. L’ora indicata dalle previsioni meteo fatta di grande freddo, gelate ...

Maltempo, blocco alla circolazione per i mezzi di oltre 7,5 t. su tutte le strade della Provincia
9 ore fa

FROSINONE TODAY - A seguito dei recenti avvisi meteo del Dipartimento di Protezione Civile e del Centro Funzionale della Regione Lazio, che hanno ...

Monte San Giovanni Campano, frana un costone su via Fontana Magna. Disagi alla viabilità
19 ore fa

FROSINONE TODAY - Il maltempo di questi giorni sta provocando dei disagi anche nelle zone di Monte San Giovanni Campano dove nelle giornata ...

La Volvo XC60 è l'auto più sicura del 2017 secondo i test Euro NCAP
5 giorni fa

AUTOSHOW24 - Euro NCAP elegge le Best in Class del 2017 e la XC60 di Volvo Cars si conferma come la vettura con le migliori prestazioni sia nella categoria dei fuoristrada di grandi dimensioni sia in assoluto.

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
5 giorni fa

AUTOSHOW24 - Plus, Titanium, ST-Line e Vignale: quattro abiti nuovi di zecca per una vettura che oramai è un'autentica bandiera.

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
7 giorni fa

AUTOSHOW24 - Grandi novità per quel che riguarda la gamma Tipo.

Uilm: «Tutte le nuove speranze per i 532 mandati via da Fca»
2 giorni fa

THESTARTUPPER - Al congresso provinciale Uilm, il segretario generale indica le nuove prospettive per i 532 precari ai quali non era stato rinnovato il contratto in Fca nello scorso novembre.

In Valcomino nasce il primo bio - distretto del Lazio
2 giorni fa

THESTARTUPPER - La giunta regionale ha varato oggi il primo distretto biologico del Lazio. Chi ne fa parte. A cosa serve. E quali opportunità può portare all'economia ed all'occupazione del territorio.

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
5 giorni fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.