6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 765 VOLTE

Parlami d’America: Cinzia Uriati ci racconta la famosa parata di San Patrizio

Carissimi Amici di “Parlami d’America”, oggi vi raccontero’ della famosa Parata per San Patrick’s Day tenuta in tutte le famose piazze degli Stati Uniti. Questa ricorrenza e’ stata festeggiata nei giorni scorsi tra Sabato 17 e Domenica 18. Partendo sempre dalle origini St. Patrick’s Day e’ una festa religiosa appunto per il Santo Patrono che veniva celebrata solo in Irlanda da prima del 1600. Successivamente divenne una festa laica quando nel 1700 gli Irlandesi emigrarono negli Stati Uniti ed iniziarono ad organizzare queste sfilate.

S. Patrick’s Day viene celebrato ogni 17 Marzo in commemorazione alla data della sua morte. Nato nell’Inghilterra in epoca Romana, fu catturato e portato in Irlanda come schiavo all’eta’ di 16 anni. Dopo poco riusci’ a scappare ma rimase in terra Irlandese. Inizio’ qui un cammino religioso ove fu accreditato come Cristiano e fu seguito da molti. Difatti dopo la sua morte la mitologia intorno alla sua vita inizio’ a radicarsi sempre piu’ nella cultura Irlandese forse anche per la leggenda cui egli spiegava la Santissima Trinita’ usando il trifoglio Irlandese. Il trifoglio Irlandese, simbolo indossato in diversi modi cui si puo’ notare nelle sfilate di oggi. Il primo St. Patrick’s Day ufficiale, con le sfilate e la festa popolare, non è stato festeggiato per la prima volta in Irlanda, ma nel 1737 a Boston, Massachusetts, negli Stati Uniti, dove c’era una folta comunità di immigrati irlandesi. Difatti qui in America si tiene la festa per eccellenza di St. Patrick. Mentre in Irlanda le famiglie si apprestano tradizionalmente a trascorrere questa giornata dedicandosi alla Chiesa in mattinata e alla celebrazione nel pomeriggio, qui, oltre oceano si tiene la parata con sfilate quasi allegoriche. L’allegria del colore assolutamente verde il profumo di birra che salta da un pub ad un bar di forte, dalle grida e risate della gente che passeggia lungo il corso del paese orgogliosa nel mostrare il suo vestiario arricchito di collannine scintillanti, cappellini ed altri gudget che attirano l’attenzione. E’ una parata che trasmette allegria e simpatia… otre alle affascinanti marce militari e paramilitari Americane di tutte le appartenenze, dalle piu’ antiche ai Bomb Squad, dalle miniature delle piattaforme ai Pompieri, accompagnate dalle proprie bande. Insomma il tutto in un’atmosfera a dir poco entusiasmante.

Il colore usato, il verde, perche’?
L’Irlanda e’ chiamata “l’isola di smerado” dato dal colore dei suoi paesaggi. Verde e’ uno dei colori della bandiera Irlandese. Verde come il colore della primavera, del trifoglio e del fiume che attraversa Chicago il quale, nel giorno di S. Patrick, viene tinto ormai da oltre 40 anni (in modo naturale) di verde. Ogni anno, a New York quasi tre milioni di persone si allineano ai mille e cinquecento miglia di strada per guardare la processione che prende piu’ di cinque ore. Boston, Chicago, Philadelpia anch’ esse celebrano la giornata coinvolgendo circa 10.000 / 20.000 partecipanti per ognuna.
Ma questa festa non e’ riservata solo all’Irlanda e gli Stati Uniti, viene celebrata in altri luoghi intorno al mondo come in Canada, Australia Giappone Russia e anche Italia. Dato il nostro carattere, in natura, molto festoso non ci facciamo di certo sfuggire questa occasione, difatti in molte localita’ italiane (soprattutto al Nord) si tengono diversi giorni di festa, con musica dal vivo, balli e ovviamente cibo e bevande. A Roma in Piazza S. Giovanni Laterano si puo’ assistere alla Irish Celtic Ball il cui ricavato e’ devoluto in benficenza. Una buona occasione per gustare una favolosa Guinness magari accompagnati da altrettanto ottimi amici, come ha fatto il nostro presidente.

Personalmente ho apprezzato molto le sfilate dei giorni scorsi, ma da buona Italiana posso dire che di sicuro ci rifaremo (patriotticamente parlando) alle sfilate del “Columbus Day”. P.s. non mancate.

Saluti da oltre Oceano Cinzia

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu