6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 387 VOLTE

Patto dei Sindaci: il Comune di Sora aderisce all’iniziativa europea

Importante risultato raggiunto nel corso del Consiglio Comunale del 29 settembre 2011. È stata votata all’unanimità l’adesione al “Patto dei Sindaci”, iniziativa della Commissione Europea. La proposta è stata avanzata del Sindaco Ernesto Tersigni e dall’Assessore all’Ambiente ed ai Rapporti con l’Unione Europea Maria Paola D’Orazio. Il Comune di Sora è tra i primi della Provincia di Frosinone ad avere adottato un atto così importante e strategico e quindi per noi è motivo di stimolo ad iniziare un nuovo percorso politico.

Il  Patto dei Sindaci nasce da un’iniziativa della Commissione Europea, che  si è rivolta direttamente ai Governi degli Enti Locali per coinvolgerli nell’ambizioso progetto. Con questo documento, vengono invitati i Sindaci a prendere un impegno formale nei confronti della cittadinanza del rispettivo Ente Locale di riferimento e nei confronti  degli Stati membri stessi,  e  dell’Unione Europea – ha spiegato l’Assessore D’Orazio nel corso del consiglio comunale – E’ questo un impegno verso uno sviluppo sostenibile, un’economia sostenibile che vede in particolare entro il 2020,  l’impegno, la possibilità di abbattere del 20% la produzione e l’emissione di anidride carbonica, aumentando, nel contempo, del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile”.

All’adozione dell’atto seguiranno impegni fattivi per l’Amministrazione Comunale: entro un anno di tempo, infatti, sarà predisposto un programma che andrà ad individuare i fattori di pressione, i settori di intervento, gli obiettivi generali, le metodologie da adottare con tutte quelle novità che possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi strategici prefissati. Successivamente l’Unione Europea concederà i finanziamenti per poter ottemperare alla realizzazione dei progetti presentati.

Il percorso che stiamo attivando è molto importante e, previsto all’inizio di consiliatura, assume maggiore rilevanza e siamo impegnati tutti impegnati alla indiscussa realizzazione – ha detto l’Assessore D’Orazio – Quest’Amministrazione crede fortemente che per un Ente pubblico sia obbligatorio dare il buon esempio in materia di tutela ambientale attraverso una gestione più efficiente ed efficace  dell’energia. La lotta ai cambiamenti climatici può diventare sicuramente un percorso di innovazione che apre la via a grandi possibilità occupazionali in un nuovo settore, e quindi si rivolge soprattutto ai giovani,  in  un momento di crisi occupazionale così sentito nel nostro Paese”.

L’Assessore all’Ambiente e Rapporti con l’Unione Europea Maria Paola D’Orazio

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu