5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 410 VOLTE

Pellegrini (SEL) : “Suggerimenti per salvare l’Ambiente SPA”

Il sindaco Tersigni ha fatto conoscere agli ascoltatori di Sora24.it il suo autorevole parere in merito al futuro dell’azienda Ambiente SpA. A chi gli aveva chiesto notizie in merito alle dimissioni del presidente Annarelli, e delle intenzioni dell’amministrazione in merito alla salvaguardia  ed al rilancio di una azienda che ha garantito nel passato una gestione sana, ha risposto scoprendo le “sue” carte.

Il sindaco Tersigni vuole chiudere e dismettere una azienda che ha un notevole patrimonio umano e tecnico per svolgere al meglio il servizio per cui era stata creata. Compie oltretutto dei gravi errori amministrativi affermando che un CdA privo pel presidente può continuare ad amministrare; afferma altresi che i due superstiti consiglieri affiancati al sindaco possano continuare ad amministrare l’azienda.

Ci chiediamo; con quali obiettivi? per accompagnarla alla chiusura? per accompagnarla al fallimento?

Il sindaco, presidente dell’assemblea dei soci dell’ambiente spa non può in alcun modo sopperire alle funzioni di amministratore; la sua rimane una funzione di controllo sulla azienda cui ha affidato il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, per cui la correttezza suggerisce a chi di dovere di reintegrare nella sua interezza il CdA dell’ambiente Spa.

Ci permettiamo di suggerire al sindaco che l’attuale ed il passato CdA guidato da Annarelli non ha brillato nei risultati; infatti  la percentuale di differenziata raggiunta sotto la sua gestione si è più che dimezzata. Ci permettiamo di chiedere al sindaco ed al suo consiglio di individuare tecnici esperti di gestione aziendale capaci di riportare in attivo un’azienda che nel passato ha brillato per migliori risultati e che può nel futuro rappresentare un fiore all’occhiello dell’amministrazione.

Ci permettiamo di dare questi piccoli suggerimenti in quanto pensiamo che il futuro della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti a sora debba rimanere un compito assegnato all’azienda Ambiente SPA. Ricordiamo al sindaco ed al consiglio comunale che il termine entro il quale, i comuni con popolazione inferiore a 30.000 abitanti,debbono provvedere alla messa  in liquidazione o alla cessione di quote delle società partecipate  è stato stabilito dal decreto milleproroghe al 30/9/2013. Quindi un periodo di tempo abbastanza lungo per poter scegliere la soluzione più idonea.

Allo stato attuale tre sono le possibili strade da intraprendere per non mettere in liquidazione l’Ambiente SPA:

1) gestione in house providing;

2) costituzione di una società a partecipazione mista pubblica e privata con attribuzione al socio privato una partecipazione non inferiore al 40%.

3) aumentare il numero degli abitanti-utenti del servizio dagli attuali 26.000  a 30.000.

Al sindaco che ha reso noto tentativi falliti di accordo con amministrazioni limitrofe ci permettiamo di chiedere di insistere; contattando nuovi possibili partner, e tornando a parlare con chi ha risposto già negativamente. Di ciò può interessarsi un organo composto da: sindaco o da un suo delegato, presidente del CdA dell’ambiente spa, due consiglieri comunali. Un’ultima richiesta rivolgiamo al sindaco; faccia di questo argomento oggetto di una discussione pubblica tra tutte le forze politiche ed amministrative del territorio.

Antonio Pellegrini – Coordinatore Sinistra Ecologia Libertà Sora “E. Berlinguer”

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu