Pericolo declassamento ospedale, Roberto De Donatis: “Zingaretti mantenga la promessa elettorale. Via le macroaree”

L’articolo pubblicato ieri su Il Messaggero, nel quale erano riportate alcune indiscrezioni inerenti alla nuova bozza di atto aziendale che dovrebbe essere presentata in Regione il prossimo 05 Ottobre, ha suscitato stupore e preoccupazione in tutta la provincia. In sostanza nel nuovo documento, rispetto alla bozza precedente che prevedeva l’istituzione di due poli ospedalieri, Frosinone-Alatri e Sora-Cassino, si parla di un solo polo ossia Frosinone, con il conseguente pericolo di ulteriore declassamento per i nosocomi di Sora, Cassino e Alatri. Sulla questione abbiamo sentito telefonicamente il consigliere comunale di Sora Roberto De Donatis, candidato alla ultime elezioni regionali con il Partito Socialista a sostegno dell’attuale presidente Nicola Zingaretti.

“Non si può parlare di abolizione delle macroaree, farla annunciare e poi aspettare la redazione del piano aziendale – esordisce De Donatis. O la politica è consequenziale alle promesse elettorali da subito, oppure tutto perde senso. Il pastrocchio del 2009, che comportò una serie di tagli indiscriminati effettuati dal governo Polverini, non è stato ancora risolto. Zingaretti deve intervenire ripristinando la quota di 3,7 posti letto ogni 1000 abitanti, tanto a Roma quanto nelle province. In campagna elettorale – evidenzia il consigliere comunale sorano – l’attuale Presidente aveva promesso che saremmo partiti da un altro punto. Ed anch’io, da candidato, ho ripetuto più volte che il nuovo percorso della sanità laziale non poteva prescindere dall’abolizione delle macroaree, una necessità evidenziata anche nell’ordine del giorno del consiglio comunale straordinario sulla Sanità svoltosi lo scorso Luglio. Poi avremmo discusso per tutto il tempo necessario sulla qualità della sanità provinciale. Finora, però, ciò che auspicavo non è accaduto. Io – conclude – mi attengo alla matematica: in questa provincia continuiamo ad essere abbondantemente al di sotto dei 3,7 posti letto per 1000 abitanti, credo 2,3, al massimo 2,4 o 2,5. Roma, invece, con i suoi 4,2 posti letto è abbondantemente al di sopra della media. I numeri parlano chiaro”.

Lorenzo Mascolo – Sora24
Foto: Luca Rea LR PRESS

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 22 Settembre 2020.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

L'evento avrà luogo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili dal 12 al 20 Settembre.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...

Nicola Guida debutta a Vallelunga sulla CUPRA della Scuderia del Girasole

L’imprenditore romano è un rookie del TCR Italy e dopo aver già disputato i primi tre round della stagione, gareggerà ...

CORONAVIRUS - La Lattoferrina può essere utile per la prevenzione del Covid

La Lattoferrina ha dato ottimi risultati contro il Covid: una portentosa scoperta frutto dell'egregio lavoro di squadra condotto dalle università ...

Cerchi un bed and breakfast a Roma centro? Te ne consigliamo uno veramente centrale

Scegliere il luogo del proprio pernottamento romano è facile o complicato, dipende dai punti di vista, perché l’assortimento è così vasto ...