4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 3.687 VOLTE

“Piangere un pezzo di me, l’ultima cosa che avrei immaginato”. Da Mr. Zsack a Giorgio

“L’ultima cosa che avrei immaginato, era ritrovarmi qui a piangere un pezzo di me, un mio amico, un mio coetaneo, un altro angelo volato in paradiso. Un angelo di nome Giorgio cha a tutti regalava sorrisi e ottimismo. Una persona dal cuore d’oro e sempre disponibile con gli amici, a cui era particolarmente legato. Quegli amici che non lo hanno mai abbandonato, né in questo particolare periodo di malattia e nemmeno nei periodi più difficili della sua vita, semplicemente perché lui era l’amico con la “A” maiuscola e meritava l’affetto di tutti noi! Quell’affetto che porgiamo a tutta la famiglia Gabriele che solo pochi mesi fa ha pianto la scomparsa di papà Franco, un uomo che tanto ha dato per crescere una famiglia semplicemente fantastica e ricca d’animo buono, di cuore.

Giorgio, grazie al suo lavoro che amava tanto, si era fatto conoscere da tutti come un professionista del settore e sapeva regalare emozioni anche da dietro il bancone, perché solo lui sapeva come “vestire” i tuoi occhi! E cosa dire poi di Giorgio padre? Solo abbracci, baci, tanto amore e premura per quella stella dai capelli color oro che tutti noi porteremo nel cuore così come facevamo e faremo con lui. Lui che sapeva ascoltarti e non perdeva mai occasione per regalarti una perla di saggezza per spingerti oltre, per darti la forza di andare avanti e superare le difficoltà, nonostante tutto.

Quella forza che lui aveva dentro, quel cuor di leone che lo ha portato a combattere contro quel male incurabile a cui però ha dato filo da torcere prima di arrendersi solo dopo una partita tiratissima terminata ai calci di rigore ad oltranza (paragoni che lui amava tanto). Ora quest’uomo, questo ragazzo, questo figlio, questo padre, questo fratello, quest’amico ne sono sicuro, è orgoglioso ed emozionato per questo nostro affetto che gli stiamo tributando perché lui ci amava, ci amerà ed è fiero di noi che saremo sempre al suo fianco, così come in terra anche in cielo… perché nessuno muore mai completamente, qualcosa di lui rimane sempre vivo dentro il cuore di ognuno di noi! Viva Ghigo! Viva Giorgio Gabriele!”

Il tuo amico “fratello” Mr Zsack

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu