Piano Urbanistico Comunale Generale (P.U.C.G.): M5S Sora organizza riunione pubblica

Gli attivisti del MoVimento 5 Stelle di Sora condividono in toto l’appello lanciato dall’associazione Verde Liri in merito al piano urbanistico di Sora. Il piano è uno strumento fondamentale per il futuro della nostra città, pertanto è necessaria la più ampia partecipazione sia delle associazioni che dei cittadini, nonché la massima condivisione possibile delle scelte che verranno in esso inserite ed adottate, affinché non venga avvertito come un’imposizione delle istituzioni nei confronti dei cittadini, ma come il risultato delle proposte dei sorani per migliorare il futuro della città. Inoltre, è necessario che il piano contenga una visione strategica di lungo periodo per favorire il rilancio economico della città e porre le basi per il futuro benessere.

Dal piano nascerà la Sora del futuro, corre l’obbligo, quindi, di rispettare il patto intergenerazionale, per non far gravare sulle spalle dei nostri successori gli errori di oggi o quelli commessi nel passato recente e non. Tutti quanti si devono chiedere quale città vogliono  sviluppare: una armoniosa, ricca di spazi verdi, con una mobilità adeguata e sostenibile, oppure una caotica, dove domina il “re cemento” e spostarsi da una parte all’altra diventa un’impresa difficile?

A tal proposito, un dettaglio, non certo irrilevante, del quale è doveroso tenere conto, è il fatto che la popolazione di Sora è rimasta pressoché costante dal 1991 (26089 abitanti) al 2011 (26247 abitanti) (*), a ciò si deve aggiungere che la crisi economica ha portato molti giovani a cercare lavoro lontano da Sora, creando il rischio concreto che la città si trasformi in una dormitorio nel quale ritornare per riposare dopo una giornata di lavoro svolta altrove. Costruire nuovi edifici appare un non senso, quando facendo una passeggiata, in centro o in periferia, si vedono abitazioni o locali commerciali invenduti o da affittare. In quest’ottica, appare molto più adeguata la rivalutazione del centro storico e delle zone periferiche, migliorando le costruzioni esistenti.

Trasparenza, partecipazione e condivisione sono i cardini dell’azione politica e sociale dei cittadini consapevoli, attivisti del MoVimento. Pertanto, non solo si ribadisce l’adesione all’appello lanciato da “Verde Liri”, ma si invitato tutte le persone interessate a partecipare alla prossima riunione degli attivisti nella quale all’ordine del giorno è previsto l’esame del P.U.C.G., l’appuntamento è per il 17 gennaio p.v. alle 21.15, presso la libreria “Bibliotè”, in via Lucio Gallo.

Il Portavoce
MoVimento 5 Stelle Sora
Fabrizio Pintori

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
SCUOLA RENZO PIANO » Demolizione ex mattatoio
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 18 Febbraio 2020.

EXTRA

La Polizia di Frosinone e Sora arresta truffatore seriale

Aveva ottenuto un finanziamento da 60 mila euro acqusitare per un'auto di lusso spacciandosi per un medico. Pochi giorni dopo, aveva rivenduto il veicolo.

EXTRA

FROSINONE - Evasione fiscale record, l'operazione della Guardia di Finanza

13 persone denunciate per associazione per delinquere, bancarotta, riciclaggio ed omessa presentazione della dichiarazione dei redditi.

EXTRA

Piroscafo Oria: i morti che non ricorda mai nessuno

Fu uno dei peggiori disastri navali della storia. Morirono 4.116 soldati italiani. Ecco le foto dei militari originari della provincia di Frosinone (si tratta solo di ...

EXTRA

Nuovo centro distribuzione Amazon a Colleferro: 500 posti di lavoro a tempo indeterminato. Ecco come candidarsi

Sono già aperte le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di support. Le selezioni per operatori di magazzino saranno aperte in estate.

EXTRA

Sequestrato in Ciociaria il pericoloso e potente allucinogeno che spinge al suicidio

In una villa i Carabinieri hanno trovato diverse capsule di “ayahuasca” e “mambe’”. È la seconda volta che accade in Italia.