3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 764 VOLTE

Pioggia di medaglie per Sora: Amore e Sbardella sono d’oro

Si è svolto Domenica 25 maggio a Formia il “Trofeo del Presidente – 1° edizione”. La manifestazione di karate organizzata dalla UKD Italia è iniziata e trascorsa in un clima di grande familiarità, tranquillità, rispettando tutti i canoni marziali come vuole la tradizione. La giornata ha visto protagonisti i giovani atleti sorani che anche in questa occasione si son fatti valere sul tatami di gara. Tutti gli atleti partecipanti infatti, sono andati a podio dimostrando il loro buon valore tecnico e la loro determinazione.

La Shibuya Karate Sora porta a casa otto medaglie con cinque partecipanti. La prima medaglia arriva da Michele Amore, cintura blu, il più giovane della scuola che dopo Valmontone (primo posto un mese fa nel campionato regionale) conquista di nuovo il gradino più alto del podio confermandosi campione nel kata (forma), della categoria Esordienti A. Ottiene nel pomeriggio anche una medaglia d’argento nella gara di kumite (combattimento). Nella categoria Seniores cinture blu, l’atleta Fernando Mazzenga conquista, dopo una bellissima gara, due medaglie d’argento, una nel kata e l’altra nel kumite cedendo in finale per un solo punto. La seconda medaglia d’oro, dopo una grande prova, la conquista nel kata Alessandro Proia categoria Master, ieri ospite graditissimo della Shibuya, atleta cintura nera molto stimato ed apprezzato per il grande talento espresso in gara e in molti anni di agonismo .

Ad arricchire il medagliere un’altra cintura nera, Niki Tersigni, categoria Seniores alla sua seconda esperienza sul tatami di gara. Anche lui in giornata, conquista un terzo posto nella gara di kata e un terzo posto in quella di kumite dimostrando una grossa crescita tecnica negli ultimi mesi. L’ultima medaglia d’oro arriva dall’allenatore della Shibuya Sora Alan Sbardella che dopo il terzo posto al campionato regionale di Valmontone, sale in cima al podio dopo tre anni. Durante la manifestazione sportiva, sono stati osservati dal Presidente della UKD e dai suoi collaboratori, i potenziali candidati per formare la rappresentativa Nazionale: certi di non aver sfigurato, i karateka sorani sperano in una chiamata. Tutto ciò non accade per caso ma è il frutto di tanto lavoro da parte di tutti, atleti e allenatore che hanno creato un gruppo motivato e determinato a raggiungere obiettivi ambiziosi. Per ora ci stanno riuscendo bene ma come sempre gli auguriamo di continuare a portare in alto il nome di Sora.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu