4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 285 VOLTE

Polo UniSora punta a sede di accreditamento per pubblicisti, altro che chiusura!

In risposta all’articolo apparso ieri su alcuni organi di stampa, la sottoscritta prof.ssa Fiorenza Taricone, Coordinatrice del Corso di Laurea in Strategie Comunicative Multimediali, intende chiarire alcune inesattezze.

Non si tratta di chiusura, ma di un nuovo assetto del Polo di Scienze della Comunicazione, per ovviare a difficoltà reali, come le immatricolazioni insufficienti; ai Corsi di Scienze della Comunicazione di tutti gli Atenei italiani, si richiedono infatti, 50 immatricolazioni cosiddette pure, non comprendenti cioè passaggi e trasferimenti da altre Università o Corsi di laurea; si tratta di un numero fissato quando in tutta Italia i Corsi di Scienze della Comunicazione avevano un fortissimo richiamo ed è superiore a quello minimo fissato per altri corsi.

L’assetto del Polo di Scienze della Comunicazione è stato discusso in un Consiglio di Dipartimento del 17 scorso, con un Ordine del giorno in cui era esplicitato il punto Offerta formativa, mentre si è proceduto alle votazioni non previste, con un’inversione dell’OdG, dopo che mi ero allontanata per rappresentare l’Università nel Bicentenario del Tulliano di Arpino; mi riservo quindi in veste di Consigliera Provinciale di Pari Opportunità provinciale di avviare un’azione antidiscriminatoria per il comportamento offensivo nei miei confronti; deliberare su un Corso in assenza della Coordinatrice, come hanno sostenuto Colleghi presenti che hanno votato contro, è un palese illecito.

Ricordo anche che la posizione del Rettore Attaianese, come di qualunque altro Rettore, non è legata a persone fisiche, ma risponde a strategie ritenute ottimali per l’Ateneo. Personalmente, lavorando all’Università di Cassino, ora Lazio Meridionale da ventidue anni, e frequentando il territorio come molti sanno, con l’organizzazione di tante iniziative, ed essendo stata spessissimo ospite dei giornali locali, penso di aver dimostrato lealtà e rispetto verso tutto la provincia, diversamente da alcuni miei colleghi; chi parla con troppa leggerezza di chiusura, non ama né l’Università, né gli studenti, né le loro famiglie, né il territorio.

L’idea cui si sta lavorando è invece quella di rafforzare la Laurea in Scienze della Comunicazione, con l’inserimento della Laurea triennale di Strategie comunicative multimediali, come curriculum in un Dipartimento affine per contenuti e qualità culturali. La Laurea Magistrale, Metodi e Tecniche della comunicazione digitale invece dovrebbe trasferirsi a Cassino per facilitare docenti e studenti per raggiungere la sede, tenendo conto quindi delle difficoltà economiche attraversate dal Paese in questo momento.

Ritengo per di più irresponsabile proporre il fermo delle attività del Polo, in un momento in cui avevo in corso trattative con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise per rendere il Polo di Sora sede di accreditamento per la formazione continua dei pubblicisti, previsto dalla Comunità Europea. Tutto questo era ben noto al Dipartimento perché specificato da una lettera a mia firma.

Spero di essere stata chiara, e mi aspetto che il territorio sappia ben valutare la perdita culturale, ed economica che scaturirebbe da una decisione che sa più di apertura della campagna rettorale piuttosto che manifestazione disinteressata per l’Università. Ritengo infine che proprio gli organi d’informazione, stampa, media, piattaforme, emittenti, insomma tutto ciò che è legato al mestiere della comunicazione, riflettino bene su un’opera di demolizione che danneggia tutta la categoria.

Fiorenza Taricone
Coordinatrice del Corso di Laurea Scienze della Comunicazione
Presidente del Cudari(Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione)
Presidente del Comitato Unico di Garanzia, Università di Cassino e Lazio Meridionale
Consigliera Provinciale Parità

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu