Polpette avvelenate, la vergogna continua

Un cane meticcio, aver masticato un boccone, è stramazzato a terra morendo di lì a poco.

Il fenomeno dell’abbandono di esche e bocconi avvelenati ha investito anche il territorio della Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno. Qualche giorno fa, infatti, mentre era alla ricerca di tartufi, un cane di razza meticcia il cui proprietario è residente in un paese limitrofo, dopo aver masticato un boccone è stramazzato a terra morendo di lì a poco.

Allertati i Guardiaparco della Riserva Naturale, gli stessi si sono prontamente portati in località Campo Marino, Valle Rava dove, a seguito di un sommario sopralluogo, rinvenivano un contenitore in plastica con all’interno della sostanza sconosciuta che, unitamente al cadavere del cane, veniva posta sotto sequestro per tutte le formalità del caso.

Quindi intervenivano i veterinari della ASL di Frosinone, sede di Sora, che constatavano la morte dell’animale non escludendo l’ingerimento di sostanza velenosa e ne disponevano l’invio presso l’Istituto Zooprofilattico per un esame approfondito.

Da parte dei Guardiaparco della Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno, che stanno effettuando le indagini finalizzate alla ricerca dell’autore del reato, venivano invitati ad effettuare una ricognizione – ispezione preventiva volta a verificare la presenza di esche e bocconi avvelenati, anche i Carabinieri Forestali del Nucleo Cinofilo Antiveleno (NCA) del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, di stanza ad Assergi (AQ), i quali sono prontamente intervenuti con tre diversi cani addestrati per scovare le esche mortali o anche altre carcasse di animali avvelenati. Nel corso dell’intervento effettuato nella zona compresa tra le località di Campo Marino e Valle Rava ove è avvenuto l’avvelenamento, sono state rinvenute alcuni residui di esca presumibilmente avvelenata che dovrà essere analizzata dall’Istituto Zooprofilattico.

L’uso di questa pratica è dovuto a diverse finalità quali uccidere cani e gatti randagi, tutelare il bestiame dalla predazione delle volpi, lupi e orsi, “regolare” la concorrenza tra tartufai o tra tartufai e cacciatori nei territori condivisi, ma occorre ribadire che questa usanza è illecita e penalmente perseguibile ai sensi degli artt. 544-bis (reato di uccisione animali) e 544 –ter (reato di maltrattamento di animali) del codice penale. Inoltre l’art. 146 T.U. delle Leggi Sanitarie, Regio Decreto 27 luglio 1934, n. 1265 proibisce e punisce la distribuzione di sostanze velenose e prevede la reclusione da sei mesi a tre anni e un’ammenda da € 51,65 fino a € 516,46.

Per fronteggiare tale situazione, il Ministero della Salute è intervenuto emanando la nuova Ordinanza ministeriale 13 giugno 2016 “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati”, prorogata nuovamente nel 2018 per un ulteriore anno, la quale impone al proprietario o responsabile dell’animale deceduto a causa di esche o bocconi avvelenati di segnalare l’episodio ad un medico veterinario che emetterà la diagnosi di sospetto avvelenamento e avvierà le procedure indicate nell’ordinanza stessa.

Occorre ricordare che i bocconi avvelenati non producono solo l’atroce morte degli animali che li hanno ingeriti, ma anche le carcasse degli stessi possono a loro volta provocare il decesso di altri animali (per esempio uccelli rapaci, lupo e orsi) innescando una terribile reazione a catena. Il veleno contenuto nelle esche e bocconi può inoltre diffondersi nell’ambiente inquinando il terreno e le acque superficiali, o entrare direttamente in contatto con la popolazione, in particolare i bambini, esponendola al rischio di avvelenamento. Per le ragioni descritte le indagini dei Guardiaparco della Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno proseguono a ritmi serrati per assicurare i responsabili alla giustizia e far cessare il fenomeno.

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
2.380
28 Gennaio 1731: muore Antonio I Boncompagni, VI Duca di Sora
1
CRONACA

28 Gennaio 1731: muore Antonio I Boncompagni, VI Duca di Sora

Grazie a due vicende, una politica e l'altra familiare, di rilevanza internazionale, la sua vita cambiò radicalmente e velocemente intorno ...

665
È venuta a mancare Ersilia Quadrini
2
NECROLOGI

È venuta a mancare Ersilia Quadrini

Si è spenta presso l'Hospice Casa delle Farfalle, Isola del Liri.

581
VOLLEY - Punti preziosi per la C Maschile e la 1a Div. Femminile Argos Volley Sora
3
SPORT

VOLLEY - Punti preziosi per la C Maschile e la 1a Div. Femminile Argos Volley Sora

Ottimi risultati per le due formazioni di punta del settore giovanile bianconero.

511
SORA - Ripristinata la pietra che ricorda Adriana, Chiara, Samanta e Gilberta
4
CRONACA

SORA - Ripristinata la pietra che ricorda Adriana, Chiara, Samanta e Gilberta

Ieri mattina, a poche ore dall'atto di vandalismo, i responsabili comunali della manutenzione hanno provveduto a rimuovere la macchia di ...

483
SORA - Telefisco 2020: Le novità fiscali per le imprese e i professionisti
5
EVENTI

SORA - Telefisco 2020: "Le novità fiscali per le imprese e i professionisti"

Giovedì 30 Gennaio 2020 dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00 presso l'Auditorium "Cesare Baronio" (zona Piazza XIII Gennaio, ITC ...

I più letti della settimana:
18.627
SORA - Fatture false per 471 milioni di euro
1
CRONACA

SORA - Fatture false per 471 milioni di euro

La ricostruzione dell'operazione che ha portato la Tenenza della Guardia di Finanza di Sora alla scoperta della mega evasione.

17.157
La mamma di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più
2
PROVINCIA

La "mamma" di tutti i bambini dello scuolabus non c'è più

Grande cordoglio in città per l'improvvisa scomparsa della donna.

16.457
Sarà dura senza di lui, l'uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita
3
CRONACA

"Sarà dura senza di lui, l'uomo con cui ho condiviso 44 anni della mia vita"

La dolcissima lettera aperta scritta da Rossana Lorini per ringraziare l'Ospedale di Sora, dopo aver perso la battaglia contro il ...

13.342
Stella è con noi e lo sarà per sempre
4
CRONACA

Stella è con noi e lo sarà per sempre

Alla 18enne Stella Tatangelo, venuta tragicamente a mancare la scorsa estate, è stato intitolato oggi pomeriggio il campo sportivo del Liceo ...

13.111
È venuta a mancare Anna Maria Polsinelli
5
NECROLOGI

È venuta a mancare Anna Maria Polsinelli

Si è spenta in ospedale a Sora.

Video più visti:
Scuola Renzo Piano

SORA - Scuola Renzo Piano: la settimana prossima verrà demolito l'ex mattatoio

Si passa finalmente alla fase operativa che porterà alla realizzazione della scuola innovativa in tecnologia X-LAM progettata dallo staff del ...

Passi carrabili

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso ...

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova ...

Farmacia Comunale

Farmacia Comunale di Sora: la storia, i veri numeri e perché il modello "in house" è il migliore per i cittadini

Il Sindaco di Sora, Roberto De Donatis, spiega alla cittadinanza, numeri alla mano, qual è il presente e quale sarà il ...

Centro Serapide

SORA - Ex Tomassi (Centro Serapide): a primavera 2020 ripartono i lavori. Intervista al sindaco Roberto De Donatis

L'ex Tomassi rinasce: cittadella della scuola con centro preparazione dei pasti per i ragazzi; demolizione della struttura in via Buozzi ...