3 anni fa

Possibili reati di natura penale: la diga sul Liri si blocca

L’opera più imponente e discussa dell’Amministrazione Tersigni: la diga per rendere il fiume Liri canoabile, è sotto osservazione da parte della Procura della Repubblica di Cassino, che dovrà stabilire se il progetto sia viziato da reati di natura penale.

A darne notizia è stato il Presidente Giacomo Iula, durante il Consiglio Comunale di ieri, che ha letto la comunicazione del dott. Mauro Lasagna, Direttore dell’Agenzia Regionale per la Difesa del Suolo.

Il consigliere di opposizione Roberto De Donatis ha sollecitato il Sindaco Tersigni, in qualità di responsabile della protezione civile del Comune di Sora, a rendere comunicazioni in merito e rassicurare la cittadinanza su eventuali problemi che l’opera potrebbe provocare. Da parte del primo cittadino non ci sono state risposte e la maggioranza consiliare si è trincerata dietro al fatto che ad appurare eventuali irregolarità deve essere la magistratura.

Commenti

wpDiscuz
Menu