6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.197 VOLTE

Posta Fibreno, Vincenzo Lecce e Lucio Ferri sollecitano la stabilizzazione degli LSU

L’Assessore Vincenzo Lecce ed il Presidente del Consiglio Comunale Lucio Ferri nei giorni scorsi hanno chiesto, al Vicepresidente della Commissione Lavoro della Regione Lazio, On. Annalisa D’Aguanno, un concreto impegno per consentire la stabilizzazione degli ex LSU.

“Apprendiamo che in questi giorni – commentano Lecce e Ferri – la Regione Lazio si sta muovendo per stipulare con la ASL di Latina una apposita convenzione che consentirà agli ex-LSU di quella provincia lo svolgimento di tirocini formativi. Dopo questa buona notizia crediamo che anche gli ex-LSU della provincia di Frosinone, che non sono stati ricollocati dagli enti utilizzatori, meritino lo stesso trattamento. La situazione infatti, ad oggi, stante il programmato svuotamento del “bacino” LSU del Lazio entro il 31/12/2011, ha determinato l’impossibilità giuridica per il nostro comune di dare luogo alla stabilizzazione di questi lavoratori.

Considerato che analoga situazione riguarda anche gli LSU del limitrofo comune di Fontechiari,  è necessario intervenire per risolvere le innumerevoli problematiche legate alla condizione di tutte queste persone  che stanno vivendo sulla loro pelle, unitamente alle loro famiglie, la pesantissima condizione di chi, improvvisamente, si è trovato senza un reddito e senza alcuna forma di protezione sociale.

Proprio per questo – continuano Lecce e Ferri – confidiamo nella grande sensibilità sul tema dell’On. Annalisa D’Aguanno, invitandola a ricercare possibili stabilizzazioni dei lavoratori anche all’interno delle dotazioni organiche degli uffici regionali periferici e/o degli enti sub-regionali presenti sul territorio provinciale”.

 

Posta Fibreno, 30 aprile 2012

 

F.to L’assessore                                   F.to Il Presidente del Consiglio Comunale

Vincenzo Lecce                                                              Lucio Ferri

 

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu