18 aprile 2013 redazione@sora24.it
LETTO 207 VOLTE

Poste Italiane taglia 37 zone di recapito in Provincia. Di Pede: “Faremo di tutto per limitare impatto ristrutturazione”

Riceviamo e pubblichiamo le seguenti dichiarazioni a firma del Segretario Generale SLC CGIL di Frosinone, Giuseppe Di Pede.

«L’azienda Poste Italiane si sta approssimando alla definizione del nuovo assesto aziendale nel settore del recapito, di ci saranno tagli di zone di recapito (in tutto 37) che interesseranno la provincia di Frosinone. Le trattative regionali inizieranno nella mattinata e solo allora le Organizzazioni sindacali verranno messe a conoscenza della modalità in cui si procederà al taglio.

La trattativa è molto delicata perché alcune realtà della provincia rischiano di essere fortemente indebolite dai nuovi tagli, ci riferiamo ad esempio a realtà come il centro di recapito di Ceprano, in cui lo stato attuale delle cose rende già di per sé difficile la consegna con l’attuale dotazione di personale, una eventuale contrazione dello stesso rischia di far saltare i principi alla base del servizio universale che l’azienda Poste Italiane deve garantire.

Sarà difficile, ma cercheremo in tutti i modi di limitare l’impatto della ristrutturazione aziendale in queste località in cui c’è già molta sofferenza nell’assicurare il servizio, seppur nella consapevolezza che in alcuni casi sarà inevitabile un intervento di razionalizzazione del lavoro».

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu